Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Quartiere4 > Cosa succede sotto casa nostra > Firmato il protocollo d'intesa tra Comune e Centri Commerciali Naturali
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

Siglato il 2 maggio a Palazzo Vecchio il protocollo d'intesa tra il Comune e i Centri commerciali naturali, le aggregazioni di negozi e piccole imprese ‘di vicinato’ che stanno assumendo un ruolo sempre più vitale nel tessuto urbano fiorentino.

Il documento è stato sottoscritto dal sindaco, dai presidenti dei cinque Quartieri e dai rappresentanti di Confcommercio, Confesercenti, Cna e Confartigianato.
I cinque i punti del protocollo riguardano i criteri di definizione del Centri Commerciali Naturali, gli strumenti di concertazione, la programmazione annuale delle attività, i compiti degli enti gestori e del Comune di Firenze.
 
Criteri di definizione
Il Centro Commerciale Naturale deve essere definito da almeno una o più strade e/o piazze; ciascuna strada o piazza con può risultare appartenente a più di un CCN. Almeno 5 operatori con sede nell’area di riferimento dovranno costituire formalmente un’associazione, comitato o consorzio per la gestione delle iniziative del CCN. Nello statuto dovranno essere presenti specifici riferimenti ad attività di interesse pubblico o di rilevanza sociale e lo statuto dell’associazione/consorzio dovrà essere regolarmente registrato presso l’Agenzia delle Entrate.
 
Strumenti di concertazione
Le parti si impegnano a istituire un gruppo di lavoro permanente per la definizione: delle modalità per l’incentivazione all’aggregazione delle realtà esistenti, delle linee strategiche e della programmazione delle azioni relative all’anno successivo e delle modalità di monitoraggio delle azioni intraprese.
Il gruppo di lavoro si riunirà periodicamente producendo un documento di sintesi e un programma per l’anno successivo. Attraverso il gruppo di lavoro e gli strumenti di comunicazione concordati, i referenti dei CCN (o loro delegati) potranno essere coinvolti nell’organizzazione e programmazione dei cantieri per infrastrutture e opere pubbliche in genere, nel caso esse abbiano un qualche impatto sul sistema della piccola impresa locale.
 
Programmazione annuale delle attività
Ciascun ente gestore, per il proprio CCN, potrà presentare entro il 31 gennaio di ogni anno all’amministrazione comunale una programmazione annuale degli eventi che intende organizzare sul proprio territorio, anche per poter beneficiare di eventuali agevolazioni e promozioni (come la semplificazione delle procedure e l'abbattimento del Canone Patrimoniale Occupazione Suolo Pubblico). Il Comune potrà suggerire eventuali modifiche del programma finalizzate alla realizzabilità delle singole iniziative e alla coerenza con gli indirizzi strategici concertati nel gruppo di lavoro, ma soprattutto con le linee politiche di indirizzo generali dell’azione amministrativa.
 
Compiti degli enti gestori
I Centri Commerciali Naturali, rappresentando un importante presidio sul territorio, si impegnano a segnalare prontamente, tramite i propri rappresentanti incaricati dall’ente gestore, situazioni particolari di disagio e/o degrado, oltre a promuovere iniziative finalizzate al miglioramento del decoro urbano e collaborare con l’amministrazione comunale allo sviluppo di progetti da quest’ultima approvati, finalizzati al riqualificazione, rivitalizzazione e valorizzazione del territorio. Gli enti gestori si impegnano inoltre a promuovere iniziative (campagne, promozioni etc.) - e a collaborare a quelle promosse dal Comune di Firenze - sulla vivibilità urbana, il commercio, l’educazione al consumo, l’educazione civica, la tutela ambientale e campi analoghi, sotto la supervisione dell’ufficio dell’Amministrazione di volta in volta competente.
 
Compiti del Comune di Firenze
Il rapporto tra l’amministrazione comunale con i CCN potrà esplicitarsi anche attraverso la partecipazione attiva e il partenariato dei Quartieri.
Il Comune, per quanto nelle sue possibilità, supporterà i CCN nel coinvolgimento di sponsor di diversa natura, finalizzati a supportare la realizzazione di progetti condivisi nel gruppo di lavoro e cercherà di favorire occasioni di collegamento fra le politiche di promozione economica e le politiche di promozione culturale dell’Ente, anche valorizzando i CCN all’interno delle manifestazioni culturali, fra cui l’Estate Fiorentina.
Qualora le disponibilità del proprio bilancio lo consentano, il Comune potrà prevedere forme annuali di sostegno alla valorizzazione dei CCN, con particolare riferimento al periodo natalizio quali, ad esempio, il sostegno alla realizzazione di addobbi e illuminazioni natalizie. Potrà anche valutare la concessione di agevolazioni inerenti i tributi locali (Imu e Tari), previa adozione di ulteriori atti deliberativi.
Infine, il Comune si impegna a istituire una giornata annuale per la realizzazione di evento pubblico per la promozione dei CCN da tenersi in Palazzo Vecchio o in un'altra sede istituzionale.