Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Quartiere1 > Cosa succede sotto casa nostra > Sedie e tavolini all'aperto
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

 

Questi in sintesi i punti salienti del piano:

1) Potranno presentare domanda solamente gli esercizi di somministrazione. Potranno chiedere e ottenere concessioni di occupazione di suolo pubblico anche i chioschi installati in aree verdi e giardini.

2) Sono stabilite nel piano due zone con regole diverse: il Centro Storico Patrimonio Mondiale Unesco e quella fuori dall’area Unesco: nella prima potrà essere richiesto al massimo uno stallo di sosta mentre fuori dal centro potranno esserne richiesti al massimo due.

3) Modalità dell’occupazione:

a) L’occupazione potrà essere concessa sullo spazio antistante l’esercizio commerciale, non potrà essere sul lato opposto della carreggiata rispetto all’ingresso dell’esercizio (salvo in strade pedonali per le quali potrà essere valutata una diversa collocazione da parte della Commissione dehors), dovrà garantire il passaggio dei veicoli e dei mezzi di soccorso e lasciare libera una carreggiata di almeno 3,5 metri.

b) L’occupazione dei marciapiedi è consentita nel caso di larghezza dello stesso superiore ai due metri e mezzo con tavolini aderenti al fabbricato e con almeno un metro e mezzo di spazio al passaggio.

c) Non possono essere posti davanti ad un condominio (a meno che non ci sia il nulla osta dei condomini) o davanti ad altro esercizio commerciale (a meno che non vi sia nulla osta del titolare dell'esercizio).

d) Chi è già titolare di una concessione dehors potrà estendere la concessione esistente ma non oltre i limiti previsti dal regolamento speciale.

e) Non sono autorizzabili occupazioni in strade altamente frequentate come via Calzaiuoli, via Roma, via Calimala, via Por Santa Maria e via Vacchereccia.

f) Nelle aree pedonali potrà essere presentato un progetto unitario da parte di più esercenti per l’occupazione di suolo pubblico che poi verrà valutato dall’amministrazione.

g) Con il disciplinare di Giunta potranno essere previste strade e zone in cui, per l'eccessiva presenza di attività di somministrazione, saranno precluse concessioni che occupano stalli di sosta.

h) Sarà inoltre ammesso l’ombrellone, in tinta unita preferibilmente marrone o in tonalità compatibile con il contesto, purché sia rimovibile la sera e non ostruisca la segnaletica stradale e gli impianti semaforici.