Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Quartiere1 > Cosa succede sotto casa nostra > Riqualificazione di piazza Santissima Annunziata
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

 

Una nuova soletta in cemento armato per ridurre le vibrazioni in piazza Santissima Annunziata causate dal passaggio dei veicoli, in particolare i bus del trasporto pubblico. Ma anche la sistemazione della pavimentazione in lastrico della carreggiata e del marciapiede antistante al loggiato della Basilica e il rifacimento di via della Colonna tra la piazza e via della Pergola.

Ecco quanto recentemente asserito dall'Assessore alla Mobilità: "Piazza Santissima Annunziata riveste un ruolo di primaria importanza nell’ambito della mobilità urbana, sia per quanto riguarda i pedoni, visti gli edifici presenti e la vicinanza di numerosi altri centri di interesse culturale e turistico, sia per quanto riguarda i veicoli, con particolare riferimento al Tpl.  La Basilica di Santissima Annunziata, in particolar modo il loggiato, risente degli effetti delle vibrazioni causate dal traffico veicolare che transita nell’area stradale adiacente, soprattutto dai bus che percorrono la direttrice piazza San Marco–piazza D’Azeglio nei due sensi. Per questo abbiamo deciso di intervenire con una riqualificazione profonda della sede stradale: prima il rifacimento della soletta in cemento armato sottostante la pavimentazione in modo da ridurre le vibrazioni, a seguire con la posa del nuovo lastrico sulla carreggiata”. Previsti anche il rifacimento del marciapiede fronte basilica sempre in pietra e interventi sulla rete di smaltimento delle acque meteoriche. Ma il progetto riguarda anche via della Colonna dove, nel tratto compreso tra piazza Santissima Annunziata e via della Pergola, si procederà al ripristino della sede stradale in asfalto, con anche rifacimento del sottofondo, e di importanti porzioni dei marciapiedi in lastrichino".