Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Quartiere4 > Cosa succede sotto casa nostra > Il Parco degli Animali diventa piu' grande
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

La struttura del Parco degli Animali di Ugnano, inaugurata nel 2011, in questi anni ha progressivamente ampliato i servizi, contribuendo a trovare casa a oltre 750 cani, ed è destinata a crescere ancora: l’amministrazione comunale ha infatti dato il via libera a ulteriori investimenti per circa 200mila euro al fine di ampliare lo spazio a disposizione del canile-rifugio, che è divenuto un punto di riferimento anche per tutta l’area metropolitana.

Con questo stanziamento, è prevista la realizzazione di 10 nuovi box, che andranno ad aggiungersi ai 54 esistenti. Oltre a queste strutture, divise in due parti (diurno e notturno), saranno inoltre, tra le altre cose, realizzate anche le aree di sgambamento di pertinenza per complessivi 800 metri quadrati.

Nato come canile rifugio, nel corso degli anni il Parco degli Animali ha potuto sviluppare nuove funzioni che hanno ampliato l'offerta per i cittadini e il territorio dell'area metropolitana. È stato in particolare introdotto il servizio di pensione per cani e gatti per i residenti, pensato in chiave di prevenzione dell'abbandono degli animali nel periodo estivo. Sono state poi stipulate convenzioni con altre 17 amministrazioni comunali, che utilizzano il Parco degli Animali per la funzione di canile rifugio. Sono ospitate quattro associazioni di volontariato, che utilizzano gli spazi del Parco per le loro attività a tutela degli animali e dei soggetti più deboli. Il Parco è inoltre diventato riferimento per l'autorità giudiziaria per le funzioni di custodia degli animali coinvolti in procedimenti penali per maltrattamento. Quest'anno, infine, è stata inaugurata la sala operatoria che, in accordo con l'ASL Veterinaria, consente di effettuare interventi chirurgici (sterilizzazione e cura) sui cani presenti al Parco, su quelli dati in adozione e sui circa 6.500 gatti delle colonie feline di Firenze.