Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Quartiere 3 > Cultura > Commedia musicale "Il Gatto in Cantina"
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

Inaugura la stagione degli auguri nel quartiere 3 la compagnia Giosuè Borsi – Arsante,  compagnia stabile del Teatro Lumiere – Via Ripoli 221-  che presenterà il 5 dicembre lo spettacolo teatrale “Il gatto in cantina” , in occasione delle feste natalizie.

CENNI STORICI in breve 

Dopo la morte di Augusto Novelli il teatro fiorentino conobbe un momento di crisi; le sale teatrali stentavano a riempirsi e le compagnie teatrali non riuscivano a trovare un nuovo autore. Finalmente comparve il titolo giusto. "Il gatto in cantina" di Nando Vitali, musicato da Salvatore Allegra, debutta al teatro Alfieri il 20 febbraio 1930 con la compagnia " Niccoli" diretta da Raffaele Niccoli. Il successo fu talmente grande che la commedia fu replicata per 70 sere consecutive.

La vicenda si svolge alla metà dell'Ottocento. Giovanni reduce dalla battaglia di Novara, è ospitato nella villa di Antonio, ove quest'ultimo trascorre la propria luna di miele con la sua sposa Carlotta. E' un'amara luna di miele con quella severissima zia Giuditta! La zia ha con sé una figlia, Grazia e Antonio pensa che, se qualcuno corteggiasse la cugina, ciò potrebbe costituire una variante per stornare l'attenzione dell'arcigna zia dalle sue espansioni con la moglie. Giovanni capita a proposito, ma si viene a sapere che egli è un impenitente corteggiatore di donne sposate! Allora, Antonio, per far convergere l'attenzione dell'amico sulla cugina, fa passare quest'ultima per moglie propria. La situazione muove così un'inesauribile successione di comici equivoci per risolversi poi con soddisfazione di tutti.