Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Quartiere1 > Cultura > Alla scoperta del Cimitero delle Porte Sante
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

 

Il depliant è stato realizzato da due giovani volontarie del Servizio civile regionale nell'ambito di un progetto del Comune a sostegno della valorizzazione del cimitero monumentale e rappresenta una novità davvero utile per far scoprire e riscoprire questo luogo della memoria che è anche un museo a cielo aperto. Oltre alla mappa con le tombe divise per settori, nella brochure sono riportate anche le informazioni su come raggiungere il cimitero delle Porte Sante, i contatti e gli orari ed è disponibile anche in inglese.


Il percorso inizia nel 2015 con una delibera di indirizzi della giunta, a seguito della disponibilità manifestata da varie realtà formative fiorentine in materia di restauro e conservazione, ha avviato un percorso di rivalutazione del cimitero finalizzato alla conservazione, al restauro e alla valorizzazione turistico-culturale degli elementi architettonici e storico artistici presenti. Ne sono scaturite, fin dal 2016, apposite convenzioni per lo svolgimento di cantieri studio mediante i quali, in stretta collaborazione con i funzionari della Soprintendenza, è stato possibile procedere al restauro di alcuni monumenti funebri in pessime condizioni di conservazione e che sono tornati in questo modo al loro antico splendore. Gradualmente, anche grazie al supporto prezioso dei monaci dell’Abbazia di San Miniato al Monte che da sempre svolgono una preziosa attività di informazione e supporto nella custodia del cimitero, è stato possibile allargare l’esperienza al contributo dell’Associazione La Stanza Accanto che ha proposto e realizzato con il supporto di un restauratore volontario, la “spolveratura” di alcuni monumenti funebri, “adottando” e curando alcune sezioni del cimitero, in particolare quelle che accolgono le sepolture di bambini

Il depliat si inserisce quindi in questo percorso con l'obiettivo di fornire al visitatore un supporto informativo all’attività dei Servizi Cimiteriali finalizzata al recupero di cappelle e sepolcreti. Il prossimo progetto di servizio civile regionale è in partenza in questi giorni