Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Quartiere4 > Lavori del Consiglio > Biblioteche comunali di quartiere
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

Il Consiglio di Quartiere 4 evidenzia la necessità di valorizzare ulteriormente il ruolo strategico delle Biblioteche comunali di quartiere quali centri non solo di pubblica lettura, ma anche di servizio e iniziativa culturale sul territorio con valore sociale ed educativo, incrementando sia il personale comunale, fondamentale per il coordinamento dei servizi e il presidio di questa importante funzione pubblica, sia le risorse per acquisto libri e progetti di valorizzazione e diffusione della pubblica lettura nelle scuole e nel territorio, pure con figure che abbiano competenze anche educative rivolte agli adolescenti dentro i servizi integrativi bibliotecari.

Essenziale, poi, l'utilità della rete dei servizi e del collegamento con i Quartieri nella programmazione delle attività, dato il loro grande radicamento territoriale (la BiblioteCaNova è, in tal senso, un modello da mantenere e valorizzare).

La BiblioteCaNova Isolotto è un luogo fondamentale per diffondere la pubblica lettura ed è anche un centro di incontro e aggregazione sociale, di eventi culturali e sociali per i cittadini di tutte le età. È indispensabile tenere vivo un importante lavoro di digitalizzazione, già intrapreso in questi anni di pandemia, che porti allo sviluppo di una rete con i cittadini anche tramite l’uso dei diversi social. L’obiettivo è che le biblioteche scolastiche diventino ausilio fondamentale e integrante della BiblioteCaNova creando integrazione didattica e progettuale all’interno degli istituti con tematiche di approfondimento e aggiornamento di studenti e insegnanti, creando connessione tra l’azione informativa e formativa.

Da rafforzare, inoltre, la salvaguardia della Memoria storica con incontri su fonti documentarie e informativi e l’attenzione verso il tema dell’autismo attraverso ricorrenze, post e incontri presso la Biblioteca.