Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Quartiere4 > Cultura > Avamposti a Villa Vogel
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

Parte da Villa Vogel Avamposti, il festival di area metropolitana a cura del Teatro delle Donne Centro Nazionale di Drammaturgia, che rientra nel programma dell’Estate Fiorentina e si svolge fra Firenze, Scandicci e Sesto Fiorentino dal 9 settembre al 5 dicembre, valorizzando il territorio portando anche il teatro fuori dal teatro, investendo alcuni dei luoghi più belli e più interessanti dell’area.

Il titolo di quest’anno, ‘A viva voce’, fa riferimento a un uso specifico della voce (a gran voce, a voce piena, con voce alta e robusta) e a una modalità (gridando con energia e insistenza, con tutte le proprie forze). Ed è con tutte le forze che dobbiamo reagire alla discriminazione e alla violenza, a ogni violazione dei diritti, alla messa in discussione e in pericolo della stessa vita delle donne. La violenza contro le donne è enormemente aumentata nel periodo della pandemia. Ma non è solo un problema di violenza: le donne hanno pagato la pandemia anche con la perdita del lavoro e le maggiori necessità di cura di figli e genitori. Avamposti è un festival che riflette e invita a riflettere sull’attualità del mondo femminile e non solo, che fotografa gli aspetti anche più nascosti della nostra società e che invita a percorrere strade non comuni per conoscere e affrontarne i problemi.
 
Tutti gli appuntamenti nel Cortile di Villa Vogel, via Canova 72, Firenze:
  • Giovedì 9 e venerdì 10 settembre, ore 19.30 e 22, ‘Amarti, che fatica!’. Il Teatro delle Donne. Progetto e regia Andrea Muzzi. Con Valentina Banci. Reading. Lo spettacolo è un monologo introspettivo che attraversa con divertimento gli stati d’animo dell’abbandono, la speranza, la rabbia e la paura. Uno spettacolo che, grazie alla testimonianza della vittima, fotografa una categoria di persone che ti legano saldamente alla sofferenza, i narcisisti patologici! Come liberarsene? Prenotazioni qui. Oppure chiama/scrivi a: 055 2776393 - teatro.donne@libero.it.
  • Sabato 11 settembre, ore 19.30 e 22, ‘Una storia al contrario’. Il Teatro delle Donne. Riduzione dal libro di Francesca De Sanctis. Con Elena Arvigo. Reading. Segue incontro con Francesca De Sanctis ed Elena Arvigo. “Hanno ucciso L’Unità”: è il 30 luglio del 2014 e in segno di protesta L’Unità esce in edicola solo con poche pagine bianche. A novant’anni dalla nascita, il quotidiano fondato da Gramsci sospende le pubblicazioni e in tanti perdono il lavoro. Fra questi c’è Francesca, incinta di quattro mesi e madre di una bimba di cinque. L’Unità riprenderà le pubblicazioni, ma nel giugno 2017 chiuderà di nuovo. Francesca vive la sua “storia al contrario”. Prenotazioni qui. Oppure chiama/scrivi a: 055 2776393 - teatro.donne@libero.it.
  • Domenica 12 settembre ore 19.30 e 22, ‘Creatura di sabbia’. Lunaria Teatro. Dai romanzi ‘Creatura di sabbia’ e ‘Notte fatale’ di Tahar Ben Jelloun. Regia Daniela Ardini. Adattamento Daniela Ardini e Raffaella Azim. Con Raffaella Azim. Reading. Nell’adattamento scenico originale, ‘Creatura di sabbia’ racconta di una fanciulla costretta a vivere in un corpo non suo: Mohamed/Zahra, cresciuta come uomo dal padre dopo la nascita di sette figlie femmine. Per conservare il patrimonio familiare, assumendo il ruolo di capofamiglia, Mohamed accetta un matrimonio con la cugina, figlia dello zio, al quale, per la legge coranica, sarebbe andata la parte principale dell’eredità. Dalla notte fatale in cui il padre muore, la fanciulla nascosta in un altro corpo, lentamente, si riappropria della sua identità. Prenotazioni qui. Oppure chiama/scrivi a: 055 2776393 – teatro.donne@libero.it.
Per vedere il programma completo clicca qui.
Informazioni e contatti: Teatro Delle Donne, via Baccio da Montelupo, 101 – 50142 Firenze, 055.2776393, teatro.donne@libero.it, www.teatrodelledonne.com, Fb: @ilteatrodelledonne, IG: @teatrodelledonne.