Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Quartiere2 > Cultura > Festival Techne' e Teatro
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook


 

 Il Festival in streaming è un nuovo format che è stato realizzato al Teatro Tredici, nel Quartiere 2, gioiello dell’Art Decò e che si inaugura domenica 7 marzo con la performance “L’uomo di fumo” tratto dal capolavoro di Palazzeschi “Il codice di Perelà”, un nuovo format di spettacolo sul tema della libertà intesa nella sua accezione più ampia ovvero libertà di pensiero e di espressione, fondamento del nostro Stato democratico. L’opera di Palazzeschi, all’origine della narrativa italiana del Ventesimo secolo, per l’introduzione di uno stile leggero, fantasioso e comico, che spezza ogni continuità con il classicismo letterario del passato, è un testo eccentrico riadattato dalla compagnia per il teatro e il video in equilibrio costante tra gioco e allegoria, tra realtà e favola. Lo spettacolo, a carattere sperimentale, si avvale di un mix di immagini digitali originali elaborate da Pietro Bartolini e il suo staff e di opere tra disegno e pittura create dalla artista fiorentina Tiziana Acomanni, dove ogni attore agisce calato in ambienti virtuali.

La rassegna prosegue con Provando Strindberg in tre parti, da alcuni estratti da Il Padre, Il Pellicano, il Carteggio e i Romanzi, poi con La commedia della seduzione Aurelie e La cena d’addio di Arthur Schnitzler, e per finire nella giornata nazionale del Teatro il 27 marzo una performance originale dalle opere di Dante: “Dante e Beatrice”.

La caratteristica del Festival è l’utilizzo delle nuove tecnologie per il teatro, che necessitano naturalmente di nuove competenze, come la grafica 3D, il coding, le tecniche di riprese e montaggio video e strumentazioni particolari per formati innovativi di rappresentazione anche a distanza. Per questo l’Accademia collabora da diversi anni con i maggiori centri di ricerca italiani sulle nuove tecnologie di realtà virtuale e della percezione tra i quali la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, con i quali ha attivato percorsi formativi, tirocini per giovani ricercatori e performers che si dedicano all’ideazione di questi nuovi sistemi per la realizzazione di spettacoli digitali.

Il Festival sarà visto, in diretta, anche da altri istituti culturali e universitari stranieri (tra i quali la Manara University of Performorming Arts della Siria, dai registi del Globe di Londra con la Royal Academy of Dramatic Art e, da Bruxelles, con il Conservatoire Royal) ed è sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, realizzato in collaborazione con il Comune di Firenze - Direzione Cultura.

Tutte le performances saranno visibili gratuitamente nel canale You Tube dell’Accademia Teatrale di Firenze. I link agli eventi sono comunicati nei canali social e nel sito web dell’Accademia.

Le riprese video dei singoli spettacoli del Festival sono state realizzate nel pieno rispetto delle misure anti-Covid19 stabilite dai protocolli governativi. (s.spa.)

Per informazioni scrivere a segreteria@accademia-teatrale.it Sito web: https://www.accademia-teatrale.it