Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Quartiere 5 > NOTIZIE DI PUBBLICA UTILITA' > CENTRO ASCOLTO AUSER FIRENZE
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

 

Dal 7 Gennaio 2021 ogni giovedì mattina chiamando il numero dedicato 345 73 57 711 si potrà prenotare un colloquio telefonico con specialisti nei seguenti ambiti:

● Assistenza sociale

● Supporto psicologico

● Consulenza medica in varie discipline (Cardiologia, Dermatologia, Gastroenterologia, Ginecologia, Nefrologia e ipertensione arteriosa, Medicina generale con particolare riferimento agli stili di vita, Pediatria, Urologia)

● Consulenza infermieristica in seconda battuta su problematiche specifiche eventualmente sorte nei colloqui degli specialisti

Il servizio è finalizzato ad ascoltare i problemi socio-sanitari delle persone, fornire loro suggerimenti utili e di buon senso, dare informazioni sui servizi territoriali di prossimità. Non verranno fatte diagnosi telefoniche né prescrizioni di farmaci. Le persone verranno invitate a fare sempre riferimento al proprio MMG.

Le restrizioni connesse alla pandemia COVID19 ci hanno imposto una realizzazione del progetto solo per via telefonica. Ma questa è una fase ponte verso il più ambizioso progetto di un punto di ascolto e di un ambulatorio solidale da svolgersi in presenza e auspicabilmente allargando l’offerta delle specialità.

Il progetto Auser ambulatorio solidale ha mosso i suoi primi passi ormai quasi 2 anni fa. Nel corso del 2019 abbiamo partecipato a bandi della Regione Toscana e della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze. Quest’ultima ci ha guidato nel realizzare una campagna di raccolta fondi sociale culminata in una manifestazione con cori gospel nella chiesa di S Croce a Firenze alla presenza di c.a 1000 partecipanti. Infine, la A.S.P. Firenze Montedomini ci ha concesso in uso dei suoi locali in cui realizzare l’ambulatorio.