Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Biblioteche Comunali Fiorentine > Primo piano > Ritorniamo in biblioteca: festeggiamo i 40 anni della biblioteca Buonarroti a Villa Pozzolini
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook
 

 

 


Venerdì 11 settembre dalle ore 17
, giardino di Villa Pozzolini della Biblioteca Buonarroti, presentazione dell’installazione di Patrizio Pampaloni dal titolo “L’In-finito Orizzonte. Nei tempi dilatati dell’attesa, con le spalle al passato e lo sguardo al futuro” e reading a cura del Gruppo di lettura della biblioteca Buonarroti, con la collaborazione dell’ Associazione Officine C.R.O.M.A.
Patrizio Pampaloni inoltre eseguirà un’azione scenica e movimenti di danza contemporanea. Il musicista Luigi Guarnieri di C.R.O.M.A. eseguirà una composizione musicale di sua creazione e il gruppo di Anna Micheletti del gruppo-laboratorio “Il Filo del movimento” dell’ARCI “Unione Operaia di Colonnata” eseguirà una performance di Qi Gong.

Saranno in mostra immagini delle sirene a due code e foto, atti, documenti riferiti all’arrivo della Biblioteca Buonarroti a Villa Pozzolini.

La partecipazione è gratuita su prenotazione. Per informazioni e prenotazioni telefonare al numero 055 432506.

Per permettere le operazioni di registrazione all'iniziativa si richiede di arrivare 15 minuti prima dell'inizio dell'evento. Si ricorda che per accedere alla Biblioteca è necessario utilizzare la mascherina protettiva che copra naso e bocca e dopo aver disinfettato le mani con soluzioni idroalcoliche. La mascherina andrà indossata per tutta la durata dell'iniziativa.
All'ingresso viene misurata la temperatura e non si può entrare se supera i 37.5° oppure se si hanno sintomi da infezione respiratoria, tosse e respiro corto. Il servizio è assicurato nel rispetto di tutte le indicazioni igienico-sanitarie indicate dalle disposizioni legislative per garantire la sicurezza dei lavoratori e degli utenti. I dati relativi alle persone che si sono prenotate sono conservati per 15 giorni allo scopo di avvisare tutti gli interessati nel caso uno degli utenti presenti in quell’intervallo di tempo sia risultato positivo al Covid-19.