Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Quartiere 5 > COSA SUCCEDE SOTTO CASA NOSTRA > Dona un albero, al via la messa a dimora della prima tranche in tutti i quartieri
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

Lecci, platani, ciliegi, ma anche salici bianchi, carpini, sorbi, tigli e farnie. Sono gli alberi scelti dai primi 36 cittadini che hanno voluto donare un albero a un proprio caro e che sono stati messi a dimora nei giardini dei cinque quartieri della città. È la prima tranche di piantagioni del progetto ‘Dona un albero’ lanciato dall’assessorato all’Ambiente in occasione della Festa dell’albero, ricevendo da subito un boom di richieste e prenotazioni da parte dei cittadini.

Ad oggi sono 584 gli alberi donati dal momento del lancio il 26 novembre scorso, su un totale di 863 alberi adottabili. A causa della pandemia, è stato possibile solo adesso dare il via alle piantagioni: i restanti alberi donati (oltre 500) saranno piantati entro fine novembre. C’è quindi la convinzione nella realizzazione di interventi di sviluppo urbano sostenibile, come i progetti di ‘forestazione urbana’ e la messa a dimora di 20mila nuove alberature per migliorare la qualità di vita dei cittadini. Il progetto ‘Dona un albero’ va nella direzione di coinvolgere direttamente i cittadini nel percorso verso una Firenze più verde.

Un progetto innovativo che lega ambiente e digitale, ovvero le due grandi direttrici che anche questa pandemia ci ha indicato come fondamentali per costruire una città resiliente. Un servizio che ha suscitato da subito un grandissimo interesse tra i cittadini e non solo e che oggi vede la messa a dimora dei primi 36 alberi con dedica.

Pensieri spesso molto commoventi, espressi da chi ha voluto ricordare o omaggiare un proprio caro dedicandogli un albero in un giardino della città. Uno strumento che vuole coinvolgere i cittadini nella visione di una Firenze più verde e sostenibile, sensibilizzando sul tema della forestazione urbana e dei suoi effetti benefici per la lotta ai cambiamenti climatici, tanto più dopo i momenti difficili della pandemia.
Le piantagioni hanno riguardato tutti i quartieri della città, nel dettaglio: giardino don Forconi nel Quartiere 5, giardino San Felice a Ema, giardino Carraia, giardino via Nanchino, giardino via San Salvi, giardino via Pasquali, giardino via Pirandello, giardino via Isonzo, area Pettini Burresi, parco dell’Albereta, parco dell’Argingrosso, parco San Salvi via del Mezzetta.