Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Quartiere 5 > AGENDA > Bonus sociale idrico integrativo, dal 22 giugno sara' possibile presentare le domande
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

 

Dal 22 giugno al 15 settembre prossimi i fiorentini più in difficoltà potranno presentare le domande per l’accesso al bonus sociale idrico integrativo che sarà erogato per l’anno 2020.
La domanda dovrà essere presentata alla Direzione Servizi sociali via mail all’indirizzo bonus.idrico@comune.fi.it.

Presso la Direzione (viale De Amicis 21) sarà attivo uno sportello per il supporto alla compilazione dei moduli, al quale si potrà accedere prendendo un appuntamento telefonico (055/2616833 - 2616856 -2767425 - 2767414).

La modulistica per fare la richiesta del bonus idrico integrativo potrà essere scaricata dalla Rete civica del Comune (www.comune.fi.it) o ritirata presso la Direzione Servizi sociali.

Il bonus sociale idrico integrativo è un importante sostegno economico, che aiuta concretamente i fiorentini che hanno un reddito basso e si trovano a dover vivere in condizioni difficili. Insieme al contributo affitto, il bonus idrico è la dimostrazione di come siamo vicini ai cittadini che hanno più bisogno. In questo momento in cui la crisi economica, aggravata anche dall’emergenza da Coronavirus, si fa sentire duramente in larghe fasce della popolazione, questo bonus è un’agevolazione utilissima che farà tirare un respiro di sollievo a coloro che ogni giorno faticano ad andare avanti.
Il bonus sociale idrico integrativo è un’agevolazione tariffaria, integrativa rispetto al bonus idrico nazionale, stabilita dall’Autorità Idrica Toscana e destinata alle persone e ai nuclei familiari più ‘deboli’.

Potranno presentare domanda persone singole e famiglie con un valore Isee non superiore a 15mila euro; in caso di famiglie numerose con almeno 4 figli a carico, il valore Isee di accesso non potrà superare 20mila euro.

Agli aventi diritto sarà riconosciuta un’agevolazione di importo massimo pari alla spesa relativa al consumo idrico riferito all’anno 2019, diminuito dell’importo del bonus idrico nazionale.