Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Quartiere2 > Cosa succede sotto casa nostra > NOTIZIE DAL TERRITORIO LUGLIO-AGOSTO 2018
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook


 

NUOVO TEMPIO CREMATORIO A TRESPIANO
E’ attivo il nuovo tempio crematorio del cimitero di Trespiano, dotato di due forni. Il nuovo tempio si trova al limite nord ovest del cimitero, nel punto più basso dell’area di intervento e fa parte del primo dei due lotti nei quali è suddiviso il progetto. Il project financing prevede la realizzazione di spazi cinerari semplici, a terra e cinerari monumentali per un totale di 20.212 posti, 16 cappelle private e 112 sepolcreti privati oltre a una nuova strada di collegamento fra il parcheggio esistente a nord e il nuovo parcheggio a valle.
La struttura è dotata di un’ampia area esterna a cui si accede dal nuovo parcheggio pubblico dotato di oltre 70 posti auto. Dal nuovo parcheggio è possibile accedere anche alla nuova area di raccolta rifiuti e manutenzione del cimitero.
Il nuovo tempio crematorio, dotato di impianti di ultima generazione che renderanno possibile restituire l’urna cineraria dopo due ore dall’inizio del processo di cremazione, ha un’attenzione particolare all’ambiente ed emette in atmosfera le stesse emissioni di una caldaia condominiale a servizio di 20 appartamenti. Il tempio sarà dotato di 18 celle frigorifere e di una stanza refrigerata da 36 posti per poter depositare i feretri in attesa di cremazione senza costi aggiuntivi rispetto al costo della cremazione. Al termine dei lavori della seconda fase, prevista  per la primavera del 2019, entreranno in funzione 5 cappelle per l’esposizione del feretro a ‘bara aperta’, una sala per cerimonie di circa 100 metri quadrati, 4 sale del commiato, con anticamere esclusive e personalizzabili anche in base ai diversi culti religiosi, strutturate come luoghi più adeguati e maggiormente confortevoli rispetto alle camere ardenti tradizionali.
Per informazioni sul nuovo tempio crematorio e per le prenotazioni chiamare i numeri 055-401372, 3334883026 oppure inviare una mail all’indirizzo info@crematoriofirenze.it oppure cliccare su www.crematoriofirenze.it

CABINE PER FOTOTESSERE PRESSO GLI SPORTELLI DELL’ANAGRAFE
Da qualche giorno presso alcuni Punti Anagrafici Decentrati sono a disposizione delle cabine fototessera dove scattare le foto necessarie per i documenti. Accade spesso infatti che i cittadini si presentino agli sportelli senza fotografie o con foto vecchie e che dunque si renda necessario averne a disposizione di nuove. Non sempre nelle vicinanze ci sono  apparecchi con fototessera e questo provoca disagi soprattutto per anziani e famiglie con bambini.
Per questo i servizi demografici hanno messo a disposizione un servizio di fotocabine in prossimità di tre PAD fra i più frequentati dai cittadini.
Le postazioni sono state collocate al Parterre (ingresso lato via Ponterosso, utilizzabile anche da persone in carrozzina); in via Bini (nel cortile a sinistra dell'accesso principale); in piazza Alberti (direttamente all'interno della sala di aspetto). Gli uffici stanno lavorando per estendere il servizio anche a Villa Vogel (la cabina foto più vicina si trova attualmente al centro commerciale). La Villa è vincolata e quindi non è possibile collocare una postazione all’interno, per questo l’ipotesi allo studio è quella di posizionare la cabina nell’antistante parcheggio.

LA POLIZIA MUNICIPALE A FIANCO DEGLI IPOVEDENTI
Ha preso il via nel Quartiere 2 il progetto “Camminando insieme”, frutto della collaborazione tra la Polizia Municipale e l’Unione Ciechi e Ipovedenti. L’iniziativa prevede la presenza di un vigile di quartiere durante gli spostamenti abituali (casa-lavoro, casa-spesa etc.) di persone in difficoltà. Obiettivo di questi “appuntamenti”: garantire sicurezza e indipendenza del cittadino in difficoltà per la sua disabilità. Dopo una serie di incontri tra Polizia Municipale e l’Unione Ciechi e Ipovedenti,  è scattata una prima sperimentazione per capire come poter aiutare gli ipovedenti nella loro vita quotidiana in strada. Due agenti e un ispettore della Polizia di Comunità hanno accompagnato nei loro spostamenti due persone ipovedenti. Il tragitto, durato circa un’ora e mezza, ha toccato viale Matteotti, via Fra’ Bartolomeo, largo Zoli e via del Pellegrino. La sperimentazione si allargherà presto agli altri quartieri della città.