Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Quartiere2 > Cultura > TEATRO 13, UN GIOIELLO DEL LIBERTY
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook


 

La nuova sede di Via Cocchi fu inaugurata il 13 dicembre 1931 in occasione del Quarto Congresso Nazionale dell’Unione Italiana Ciechi.

La realizzazione dell’edificio fu promossa e sostenuta dalla tenacia di Aurelio Nicolodi, ufficiale trentino che durante la Prima Guerra Mondiale perse la vista appena ventenne e dedicò la sua vita alla causa dei ciechi.

Nel corso degli anni l’edificio fu ampliato unendo in un unico complesso tutti i servizi inerenti alla vita del convitto, le scuole e i laboratori dell’Istituto. Inoltre al suo interno fu installata la stamperia Braille, unica nel suo genere in Italia, attrezzata per fornire libri in carattere Braille alla scuola e ai privati.
Nel corso degli anni ‘70 l’attività del teatro andò sempre più a ridursi anche a seguito della visita effettuata del 1976 della Commissione Provinciale di vigilanza che individuò problemi di agibilità, di servizi igienici e di impianto elettrico.

Precedentemente utilizzato come sede del Consiglio di Quartiere n.13, dopo un attento restauro durato due anni dal 1985 al 1987, il teatro poté considerarsi aperto a nuove attività e a una nuova nascita con il nome di “Teatro 13”.
In quegli anni fu una delle strutture più nuove e all’avanguardia rispetto alle esigenze poste da un’attività teatrale di ricerca e di sperimentazione sempre più presenti nel territorio fiorentino.
Unico teatro fiorentino a mantenere lo stile Art Decò, gode di una platea di ben 152 posti con poltroncine rosse provenienti dal vecchio Teatro Comunale e con vetrate realizzate dalla storica vetreria Polloni. Oggi viene utilizzato per attività culturali organizzate dal Quartiere 2.
 


"SERE A TEATRO", IN CORSO LA STAGIONE 2018

Sabato 21 aprile è scattata la 25° edizione di Sere a Teatro Rassegna Teatrale di primavera con quindici spettacoli a cura dall’Accademia Teatrale di Firenze con la direzione di Pietro Bartolini e l'organizzazione di Ludovica Sanalitro, realizzata in collaborazione con il Comune di Firenze e il Quartiere 2. Come di consueto gli spettacoli saranno rappresentati al Teatro Tredici di via Nicolodi 2; in programma teatro classico e moderno (Aristofane, Ibsen, Albee, Cechov, Pirandello, Shakespeare, Schnitzler, Camus, Williams, Harling e altri autori contemporanei).
Inizio spettacoli, ore 20,45.

Prossimi appuntamenti:
5 maggio, ore 20,45, Stato d'assedio di A. Camus
6 maggio, ore 20,45 Mirra di V. Alfieri
11 maggio, ore 20, Atti Unici di A. Schnitlzer; alle ore 21,30 Le Serve di J. Genet e Giorni felici di S. Beckett
13 maggio, ore 20,45, Fiori d'acciaio di R. Harling
15 maggio, ore 20,45, Spettri, di H. Hibsen
17 maggio, ore 20,45 Tre donne alte di E. Albee
19 maggio, ore 20,45, Chi ha paura di Virginia Woolf di E. Albee
21 maggio, ore 20,45, Il giardino dei ciliegi di A. Cechov

Info e prenotazioni: segreteria.accademiateatrale@gmail.com sito internet:
www.accademia-teatrale.it