Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Quartiere 5 > NOTIZIE DAL TERRITORIO > COSA SUCCEDE SOTTO CASA NOSTRA
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

 

IMMAGINI CREATIVE PER ANIMARE LA SALA D’ATTESA  

 

Due enormi schermi per lasciarsi trasportare dalla magia delle immagini create da un grande artista e quattro touch-screen per permettere ai bambini di liberare fantasia e creatività mentre aspettano di sottoporsi a una visita o a un esame. Si chiamano Le finestre dei sogni e rappresentano la novità che ora accoglie grandi e piccoli nella sala d’attesa davanti agli ambulatori specialistici e alla radiodiagnostica dell’ospedale pediatrico Meyer di Firenze. A creare i contenuti di queste finestre un po’ magiche è stata la fantasia di Giuseppe Ragazzini, pittore, scenografo e visual artist, non ancora quarantenne ma già apprezzato a livello internazionale tanto da collaborare con moltissimi artisti tra cui Vinicio Capossela, Avion Travel, Paolo Conte, Ornella Vanoni, Elisa. 

L’obiettivo è quello di portare distensione e relax in un momento molto particolare, quale è quello dell’attesa, in cui l’attenzione -soprattutto dei genitori - è concentrata sull’esito della visita medica dei bambini. Le immagini animate e i delicati effetti sonori e musicali che le accompagnano sono pensate per favorire il rilassamento e allontanare stress e preoccupazioni, attraverso l’immersione in una narrazione fatta della materia dei sogni e della creazione artistica.

Ogni sezione del filmato (la durata è di trenta minuti, ma i contenuti saranno presto ampliati) presenta un tema conduttore: i colori, la primavera, il mare, i paesaggi, l’abbecedario.  Come in un coloratissimo caleidoscopio, si potrà ammirare la sfilata degli animali che compongono il circo immaginario del Meyer, si contempleranno montagne innevate, tramonti e spiagge deserte bagnate da acque cristalline e si resterà incantati davanti al mondo sottomarino o allo sbocciare di fiori e colline piene di farfalle variopinte. La fantasia dei bambini potrà sbizzarrirsi utilizzando e combinando tra loro varie categorie di oggetti, alcuni dei quali provengono da famosi quadri di grandi pittori come Mirò, Rousseau il Doganiere e Duccio di Boninsegna.


 

UNA CASA PER I FAMILIARI DEI PICCOLI DEGENTI  

Festa di compleanno con tanto di taglio della torta per i 3 anni di Casa Ronald.
Nata per ospitare le famiglie dei bambini in cura presso l’Ospedale pediatrico Meyer, Casa Ronald è una vera e propria ‘casa lontano da casa’ che permette ai genitori di stare vicino ai propri bambini in un momento delicato come quello della malattia. Dalla sua inaugurazione ad oggi, ha accolto 962 persone, di cui 194 nel 2015.
Accessibile 24 ore su 24 e gestita dall’equipe dell’Ospedale Meyer, Casa Ronald non solo è un luogo comodo dove dormire - si trova infatti a solo 1 km di distanza dal polo di eccellenza pediatrica dal Meyer - ma è prima di tutto è un luogo familiare ed accogliente, nato con lo scopo di migliorare concretamente la qualità di vita dei pazienti più piccoli e dei loro familiari. È realizzata in collaborazione con l’Ospedale pediatrico Meyer, l’Università degli Studi di Firenze e la Fondazione per l’infanzia Ronald McDonald,

 

Per info sulla struttura cliccare su  fondazioneronald.it/
 

 

TELECARDIOLOGIA, REFERTI A DISTANZA

Non saranno più i pazienti a spostarsi ma le informazioni. E’ questo lo spirito di  “Telecardiologia”, la prima esperienza strutturata di telemedicina nell’area fiorentina che partirà lunedì 7 marzo, con l’obbiettivo di far arrivare l’assistenza specialistica anche in luoghi periferici consentendo un rapporto interattivo tra medico di famiglia e cardiologo.
Dieci per il momento i presidi territoriali coinvolti (Montedomini, Le Piagge, la Casa della Salute di Scandicci, Campi, Calenzano, Vaglia, Impruneta, Tavernelle, Rignano e Reggello) che la ASL Toscana Centro ha scelto tra le sedi che presentavano meno disponibilità di prestazioni cardiologiche.
Tre i centri di refertazione interessati (ospedali Palagi e Santa Maria Nuova e presidio sanitario di Camerata a Fiesole) ai quali verranno inviati gli elettrocardiogrammi. Non servirà la prenotazione: il cittadino potrà recarsi direttamente all’ambulatorio con la richiesta del medico curante, sarà sottoposto a elettrocardiogramma e in pochi minuti riceverà la risposta.
Il servizio sarà attivo tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, mattino e pomeriggio.



NUOVE TELECAMERE DI SORVEGLIANZA

Diciannove telecamere sono state installate in varie parti di Firenze, un’altra ventina sono in arrivo e saranno installate nei prossimi mesi. Va avanti il piano sicurezza che prevede, a fianco di interventi sull’illuminazione, l’installazione entro il 2018 di 350 telecamere in tutta la città.
Negli ultimi mesi sono state installate 19 nuove telecamere di ultimissima generazione, 13 delle quali posizionate in punti fino ad ora scoperti.
Le telecamere nuove installate nel Q.5 sono le seguenti: sottopasso XI Agosto - verso Termine, sottopasso XI Agosto - Perfetti Ricasoli, via Caccini verso viale Morgagni, via Caccini verso Largo Palagi, Largo Palagi - via Alderotti, viale Morgagni - Santo Stefano in Pane.


 

RESTYLING AL GIARDINO DELLE MEDAGLIE D'ORO

 Dal 1° aprile cambia volto il giardino delle Medaglie d’Oro (via Baracca), grazie all'intervento della Direzione Ambiente, che ha realizzato un bagno pubblico e provveduto alla risistemazione dello chalet gestito dall'associazione AUSER, e grazie all'intervento di Findomestic, per il rinnovo con manto in erba sintetica del campo da calcetto. In questo modo il giardino sarà qualitativamente più fruibile per i ragazzi, sia per i più piccoli che per i più grandi.

Venerdi 1° aprile, a partire dalle ore 17, è in programma una Festa di primavera  con inaugurazione dello chalet Auser e del nuovo campo da calcetto,  e con la  mostra fotografica "Novoli com'era". Merenda per tutti.