Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Quartiere4 > Lavori del Consiglio > COME CAMBIA LA CITTA'
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook



Lunedi 23 novembre, ore 21,  presso l’auditorium della scuola primaria Calvino, via Santa Maria a Cintoia 8,  è in programma un consiglio di quartiere aperto sul tema “ Verso la città che verrà ”, dedicato all’illustrazione delle principali trasformazioni previste nel nuovo Regolamento Urbanistico in diverse zone del Q.4: Pontignale, Mantignano/Ugnano, San Bartolo a Cintoia, Argingrosso, Isolotto. E’ previsto l’intervento dell'Assessore all'Urbanistica Lorenzo Perra.
Il Presidente del Q.4, Mirko Dormentoni, e il presidente della Commissione Servizi al Territorio, Renzo Pampaloni, illustrano l’iniziativa: “Il  consiglio rappresenta un punto di partenza per iniziare un percorso trasparente sull'attuazione delle trasformazioni previste nel Regolamento Urbanistico (approvato dal Consiglio Comunale il 2 Aprile 2015) che comporteranno sostanziali mutamenti nella fisionomia del nostro Quartiere. Le trasformazioni spaziano da interventi di carattere locale, come la realizzazione di nuove aree verdi attrezzate e parcheggi pubblici, fino  a grandi trasformazioni destinate a lasciare una traccia importante sullo sviluppo non solo del Q.4 ma dell'intera città. Basta pensare alla trasformazione dell’area nella caserma dismessa dei Lupi di Toscana su cui sarà attivato a breve un percorso partecipativo in grado di raccogliere le richieste e i suggerimenti dei cittadini. Tra gli interventi previsti da rilevare: la rete delle piste ciclabili, il completamento di importanti direttrici viarie (come il nuovo collegamento tra Torregalli e il Ponte all'Indiano al servizio dei nuovi insediamenti presso i Lupi di Toscana e anche una risposta alle problematiche croniche di traffico nel borgo storico di Ponte a Greve), il futuro dell'Area Campolmi, la progettazione del Gasometro e molto altro ancora”.