Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Quartiere 5 > LAVORI DEL CONSIGLIO > IL Q.5 APPROVA LA NUOVA FORMULAZIONE DEL REGOLAMENTO URBANISTICO
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

Il regolamento urbanistico comunale (RUC) è uno strumento di indirizzo e di pianificazione in cui vengono tracciate concretamente le linee di sviluppo urbano sulla base delle scelte strategiche contenute nei piani strutturali. Proprio per la sua delicatezza e rilevanza pubblica il provvedimento si realizza attraverso un iter complesso che prevede la possibilità di successive osservazioni e integrazioni, con l’intervento attivo dei singoli cittadini, delle categorie economiche e dei soggetti sociali organizzati, come ha spiegato al consiglio l'assessore all'urbanistica e alle politiche del territorio Meucci, che ha rilevato l'importanza di questo nuovo strumento e ha illustrato in un focus esauriente i maggiori interventi relativi al nostro territorio.

Nella seduta del 4 marzo il Consiglio di Quartiere 5 ha espresso parere favorevole alla nuova formulazione del RUC che ora dovrà nuovamente passare al vaglio del Consiglio Comunale in vista dell’adozione definitiva. Nell’espressione di parere il Q.5 sottolinea in particolare la necessità che i piani attuativi concernenti i più rilevanti progetti di trasformazione urbanistica a livello locale vedano il quartiere attivo protagonista, anche se la normativa non lo prevede esplicitamente. Le situazioni per le quali il Q.5 richiede la possibilità di esprimere la propria valutazione al momento dell'effettiva presa in carica del progetto vanno da via Gemignani al Panificio Militare, dalle aree dismesse di via Pistoiese a via di Bellagio, dal Centro Alimentare Polivalente al sottopasso del Sodo.

Si tratta soprattutto di ex-aree industriali e della loro destinazione e trasformazione. Processi che rappresentano un passaggio chiave nella prefigurazione della Firenze dei prossimi decenni attraverso scelte da cui dipenderà in buona parte la qualità della vita urbana.

Nel contesto dell’espressione del parere è stato anche approvato un ordine del giorno specificamente dedicato alla linea 4 del tram, quella che dovrebbe collegare la Stazione Leopolda con Campi Bisenzio, inserendo la ‘cura del ferro’ nel cuore dell’area metropolitana. Una nuova frontiera del trasporto pubblico in grado di mettere in contatto il centro di Firenze con la piana di nord-ovest.  Nel documento il Q.5 rileva come questa infrastruttura sia stata finanziata dal Governo con lo stanziamento di 100 milioni di euro (decreto Sblocca Italia di febbraio 2015).  Nell’ordine del giorno si ribadisce la necessità di una forte determinazione dell’amministrazione nel rispetto dei tempi previsti nel finanziamento, mettendo in atto tutte le azioni necessarie a garantire il rispetto dei termini prescritti.