Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Quartiere 5 > NOTIZIE DAL TERRITORIO > COSA SUCCEDE SOTTO CASA NOSTRA
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

NASCE UN COMITATO DI GARANZIA PER L’AEROPORTO DI PERETOLA

 

I sindaci della città metropolitana si sono dotati di uno strumento per il controllo tecnico e politico della progettazione del nuovo aeroporto di Peretola, un organismo in grado ottenere tutte le garanzie possibili sull’impatto ambientale (uomo, flora, fauna, suolo, aria, acqua, paesaggio, fattori climatici, beni materiali e patrimonio culturale). E’ stato infatti firmato un protocollo che istituisce il Comitato di Garanzia per l’impatto ambientale del nuovo aeroporto di Peretola firmato dai sindaci di Sesto Fiorentino, Prato, Emiliano Fossi, Campi Bisenzio, Calenzano, Angela Bagni, Lastra a Signa, Signa, Poggio a Caiano, Carmignano e Firenze. Tutti i firmatari dell’accordo faranno parte di un tavolo permanente interistituzionale di analisi, confronto e vigilanza sulle procedure di valutazione, progettazione e approvazione delle ipotesi progettuali sull’aeroporto e parteciperanno a tutte le riunioni delle Conferenze di Servizi. Il tavolo politico sarà coordinato dai sindaci di Firenze e Prato, anche in qualità, rispettivamente, di sindaco della Città metropolitana e di presidente della Provincia di Prato. La parte tecnica sarà seguita da un Gruppo di Studio Intercomunale, presieduto da un membro nominato dal Comune di Sesto Fiorentino, che lavorerà per analizzare, studiare e valutare la documentazione sull’impatto ambientale e sul progetto definitivo. Ciascun sindaco potrà nominare un membro scelto tra i tecnici della propria amministrazione oppure, se necessario, un tecnico scelto tra Università ed Enti con specifiche competenze in materia.

 

250 PIANTE PERSE NEL Q.5 CON LA BUFERA DEL 5 MARZO 

 

Lo straordinario evento meteorologico dello scorso giovedì 5 marzo ha colpito in modo importante il verde del Quartiere 5. Il terreno bagnato e morbido non ha resistito al forte vento, frutto dei cambiamenti climatici, che si è manifestato in tutta la Toscana. Gli alberi persi in città sono più di 600 di cui 250 soltanto nel Quartiere : 150 quelli crollati a causa dal vento, 100 quelli abbattuti dai boscaiolo comunali perché pericolosissimi, vere e proprie 'mine vaganti'.

Ma il bilancio effettivo è più pesante: i ripetuti sopralluoghi dei tecnici della Direzione Ambiente e della Polizia Municipale, che hanno svolto un lavoro eccezionale nel gestire le segnalazioni, mettono alla luce altre alberature da abbattere perché pericolanti.

La più evidente conseguenza di questo straordinario evento è lo slittamento della manutenzione ordinaria. Infatti adesso le priorità sono di mettere in sicurezza la viabilità, le scuole con giardini annessi, piazze e giardini pubblici. A questo proposito, la mattinata del 5 marzo ha visto chiudere via Pistoiese e via Pratese, nonché i cancelli dei giardini Stibbert, Baden-Powell e Primavera.

La Direzione Ambiente è al lavoro innanzitutto per eliminare i pericoli più impellenti, poi per mettere in sicurezza tutte le alberature e infine per ripristinare la situazione generale per tornare gradualmente alla normalità.

 

Filippo Ferraro, presidente Commissione Ambiente Q.5

 

IL PUNTO SUGLI INTERVENTI PUBBLICI

 

Verranno installati dei parapedonali nel sottopasso pedonale di V.le Guidoni, in particolare in corrispondenza dell'ingresso di ogni rampa e nella parte centrale, per evitare il passaggio dei motorini. Questo dovrebbe permettere l'inizio di una riqualificazione del sottopasso che è molto importante per chi deve raggiungere gli impianti sportivi e la biblioteca comunale.

Sarà più facile parcheggiare per i residenti dell’area di cantiere di via Gordigiani, attraverso l’ampliamento della ZCS, in modo tale che i residenti di via Mariti (tratto Gordigiani-Ponte di Mezzo), viale Corsica (tratto Gordigiani-Corsica), via Danti, di via Odorico da Pordenone, via Circondaria, via G.Da Empoli, via Gordigiani e via Buonsignori, per tutta la durata dei lavori della linea 2  possano sostare senza essere sanzionati anche nella parte di ZCS 1.

I residenti ed equiparati muniti di contrassegno potranno esporre la fotocopia del libretto di circolazione. Chi invece è in possesso del contrassegno della ZCS5 deve recarsi presso la Servizi alla Strada S.p.A. per la modifica dello stesso con l’aggiunta della nuova Z.C.S.

Sono intanto iniziati anche i lavori alle caditoie che provocavano allagamenti in alcune strade: via Galeno, via di Sotto, viale Cadorna, via Giuliani, via Locchi, via Corridoni e via Pratese.

 

UNO SPAZIO LUDICO AL MEYER

 

L’ospedale pediatrico Meyer ha salutato l’arrivo della primavera inaugurando il ‘Giardino di Cice’, un perimetro di gioco all’aria aperta che il Meyer e la sua Fondazione hanno realizzato pensando innanzitutto ai bambini in visita e a quelli ricoverati che sono in grado di muoversi.
Si tratto di uno spazio davvero speciale che trae il suo nome dal modo buffo con cui la piccola Alice, una bambina due anni, pronunciava il suo nome. Una sera di estate Alice insieme ai suoi genitori e alla zia Donatella era uscita per andare a giocare al parco delle Cascine, quando un ramo si è staccato e ha travolto la piccola e la zia, uccidendole. Questo spazio ludico dedicato ad Alice chiama dunque alla complicità e alla condivisione tra adulti e bambini, esattamente come accadeva ad Alice e a sua zia quando giocavano insieme.

 

 

NUOVE STRADE PUBBLICHE A NOVOLI

 

Dal 23 marzo alcune strade interne all’ex-area Fiat sono diventate di proprietà comunale e dunque a tutti gli effetti hanno acquistato le caratteristiche proprie degli spazi pubblici. Si tratta di via Sandro Pertini, via dei Rastrelli, via Carlo Ludovico Ragghianti, via Federico Cammeo, via Alberto Bertolino e via del Fiorino.  In questi luoghi verranno presto attivati alcuni lavori di sistemazione del manto stradale con la contestuale adozione di interventi di regolamentazione della sosta. Conseguentemente scatta anche la vigilanza da parte della Polizia Municipale che potrà elevare contravvenzioni in caso di infrazione.

 

 

VIDEO INTERVISTE SUL SITO DI ‘REPORTER’

 

Sul sito web di ‘Reporter’ (www.ilreporter.it) videointervista on line al presidente Q.5, Cristiano Balli, che presenta la vita dei Centri Anziani del quartiere, a partire dal Circolo Età Libera di via Locchi. Socializzazione, convivialità, rapporti umani, per combattere insieme la nemica più insidiosa delle persone anziane: la solitudine. Tombola e carte, certo, ma non solo. Sono disponibili consulenze e servizi, oltre alla possibilità di sviluppare interessi, competenze e passioni che la vita lavorativa non ha consentito di coltivare.

Tutti i video sono disponibili  anche sul canale Youtube de Il Reporter.