Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Quartiere1 > Notizie dal territorio > Ex Ogr e la trasformazione dell'area Leopolda
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

 

Verificato l’interesse manifestato dagli investitori all’acquisto del complesso immobiliare ex Officine Grandi Riparazioni, FS Sistemi Urbani (Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane) ha prorogato la scadenza del bando per presentare le offerte non vincolanti entro le ore 12 del 20 novembre 2020. Il Comune di Firenze ha confermato il ruolo strategico della trasformazione dell’area delle OGR deliberando di dedicare parte della somma dei 14 milioni che l’operatore deve mettere a disposizione del Comune per la realizzazione di uno spazio culturale che possa assumere il ruolo di attrattore e volano del nuovo insediamento mediante una sinergica “contaminazione culturale” con il vicino centro storico e la contigua Manifattura Tabacchi che si avvia a diventare il polo della contemporaneità. L’area, con una superficie di oltre 80.000 mq, è situata in una posizione strategica a soli 800 metri dalla stazione di Firenze Santa Maria Novella, dalla quale è possibile raggiungere in poche ore le principali città italiane grazie alla rete Alta Velocità, a circa 1 km dal Duomo di Firenze e a circa 10 minuti di distanza dall’aeroporto internazionale “Amerigo Vespucci” di Firenze-Peretola. L’attuale pianificazione attribuisce una superficie utile lorda (Sul) massima di progetto di 54.000 mq, con le seguenti destinazioni d’uso: residenziale comprensivo degli esercizi commerciali di vicinato (60%), commerciale per medie strutture (9%), turistico-ricettiva (15%) e direzionale/studentato e attività private di servizio (16%). È prevista una flessibilità del mix di destinazioni pari al 20% della Sul complessiva. Il valore posto a base della procedura pubblica di vendita è di euro 11.700.000. All’interno dell’ambito della trasformazione delle aree sono previste: una tramvia al posto dell’attuale ferrovia, una nuova viabilità, aree a verde attrezzato, percorsi ciclopedonali e connessioni con il Parco delle Cascine, che favoriranno lo sviluppo di relazioni di vicinato e costituiranno un’adeguata transizione tra la città e il parco. Si tratta di una tappa fondamentale di un processo avviato dal Gruppo FS Italiane per valorizzare il patrimonio immobiliare che si sviluppa intorno ai nodi di interscambio contribuendo alla rigenerazione urbana come occasione per ripensare e ridisegnare le città.