Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Quartiere 3 > Cultura > Notti d'estate all' Osservatorio Astrofisico di Arcetri
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

  MARTEDÌ 9 LUGLIO

Dalle nebulose agli asteroidi: la rotta molecolare verso l’origine della vita
con Laura Colzi, Chiara Mininni e Giovanni Poggiali, Inaf – Osservatorio Astrofisico di Arcetri; Università degli studi di firenze

Come si sono formate nel nostro Universo le molecole? Dalle più semplici alle complesse? Come sono giunte fino alla Terra contribuendo all’origine della vita sul nostro pianeta? Partiremo da quella che è la tavola periodica “astronomica” per capire quali sono gli ingredienti della chimica nell’Universo e i vari tipi di reazioni che si possono sviluppare. Attraverseremo poi il mezzo interstellare verso molecole semplici composte da diversi isotopi. Transiteremo in regioni simili a quella nella quale si sono formati il nostro Sole e il Sistema solare. Il viaggio si concluderà con la scoperta del ruolo dei piccoli corpi rocciosi del nostro Sistema Solare sia come mattoni per la costruzione dei pianeti rocciosi, come la Terra, che come veicoli di trasferimento di molecole complesse verso il nostro pianeta.


MARTEDÌ 16 LUGLIO

Siamo fatti di carne, ossa e… stelle!
con Claudio Codella e Linda Podio, Inaf – Osservatorio Astrofisico di Arcetri

Se ognuno di noi andasse alla ricerca dei propri antenati, di generazione in generazione, fino all’origine di ogni forma di vita sulla Terra ad un certo punto dovrebbe alzare gli occhi al cielo e cercare tra le stelle. Ancora: se cercassimo di capire da dove vengono gli atomi e le molecole che formano noi, i nostri cari, gli oggetti che ci circondano, beh, partiremmo per un lungo viaggio a ritroso che ci porterebbe sulla superficie dei granelli di polvere interstellari in nubi a circa 300 gradi sotto lo zero e nelle torride fornaci all’interno di stelle decisamente più grandi del nostro Sole. Fare astrochimica è anche questo: astronomi e chimici che uniscono il loro sapere per andare più in là. Vi invitiamo ad allacciarvi le cinture e viaggiare con noi nel tempo per cercare le origini chimiche del nostro mondo, a partire delle sedie su cui state seduti.


GIOVEDÌ 18 LUGLIO

Molecole d’autore in cerca di memoria
con luigi dei, magnifico rettore università degli studi di firenze

Liberamente tratto da Il sistema periodico di Primo Levi, il monologo Molecole d’autore in cerca di memoria è ambientato in uno scenario da Fahrenheit 451. In tale mondo senza libri né memoria si affaccia un uomo della strada con dei foglietti non ben decifrabili: con l’aiuto della voce narrante, di suoi amici – Scienza, Tecnologia e Natura – e di due attori a lungo fuori campo, Primo e l’amico Alberto, l’uomo riesce a ricostruire l’episodio del racconto Cerio. Grazie al ricordo si ricostruisce così l’identità perduta, ossia la nostra storia. Scienza, Tecnologia e Natura consentono all’uomo senza memoria di appropriarsi di sapere ed emanciparsi dal suo stato. Il dramma trova la sua catarsi con un passo commovente, ispirato al racconto Carbonio, che liricamente crea un nesso atemporale fra un atomo di carbonio del fumo di un forno crematorio e il medesimo dimorante nel corpo di qualcuno di noi, parabola poetica di una scienza immersa nella vita e nella storia dell’uomo. Nella versione a monologo i sette personaggi vengono interpretati dall’autore Luigi Dei, che si avvale di un’avvincente presentazione multimediale.


SABATO 20 LUGLIO

Mille e una luna: da Giulio Verne a Neil Armstrong e oltre
con John Robert Brucato, Niccolò Bucciantini, Inaf – Osservatorio Astrofisico di Arcetri, e Pier Luigi Gaspa, autore

Nella notte in cui il mondo intero celebra il cinquantesimo anniversario di una delle imprese umane più eclatanti di sempre, l’Osservatorio di Arcetri mette in scena il nostro satellite, a partire dal mito e dalla visione romanzata della letteratura e del cinema, per finire con le missioni lunari più recenti e quelle future in cui gli astronomi dell’INAF sono coinvolti.


GIOVEDÌ 25 LUGLIO

Quare kilometer array (ska) e la storia dell’universo
con leslie hunt e alessandra zanazzi, Inaf – Osservatorio Astrofisico di Arcetri

Square Kilometer Array (SKA) è un progetto internazionale che porterà alla costruzione del più grande telescopio radio mai esistito. La scala di questo progetto rappresenta un salto qualitativo sia dal punto di vista ingegneristico che della ricerca scientifica. L’Italia è uno dei paesi fondatori dell’iniziativa ed è profondamente coinvolta nello sviluppo e nella realizzazione di SKA. La presentazione descriverà il progetto e l’importanza di studiare l’Universo anche attraverso le radiazioni non visibili (come le frequenze radio). Verranno raccontati inoltre alcuni aspetti scientifici esplorati ad Arcetri, in particolare il ruolo che SKA avrà nella comprensione delle galassie e della loro evoluzione nel contesto della storia dell’Universo.


MARTEDÌ 30 LUGLIO

Stelle e salute: i legami fra astrofisica e medicina
con Simone Busoni, Azienda Ospedaliero Universitaria di Careggi, e Guido Risaliti, Università degli Studi di Firenze

Astrofisica e applicazioni in sanità, quando la ricerca di base, che guarda a mondi così lontani dal nostro, ha dei sorprendenti legami e ricadute nella vita di tutti i giorni ed entra anche negli ospedali. Dalla misteriosa antimateria alla radioprotezione delle missioni spaziali, all’utilizzo dei raggi X, un viaggio di scoperta per comprendere cosa c’è dentro le stelle e dentro di noi fino ad arrivare alle nuove frontiere dei big data e dell’intelligenza artificiale. La fisica che studia l’Universo è la stessa che trova infinite applicazioni in campo medico, ma chi si aspetta di sentire parlare di oroscopi ha sbagliato serata…

ulteriori e più approfondite informazioni è possibile reperire al seguente link:  http://nottidestate.amicidiarcetri.it/programma2019/