Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Biblioteche Comunali Fiorentine > Consigli di lettura > ... dalla Biblioteca Pietro Thouar 19 consigli (semiseri) per evitare di andare in vacanza
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook
 

 

 


Ecco allora che vorremo convincere i nostri Lettori a cancellare le vacanze prenotate a gennaio, a buttare via l’abbonamento in piscina e lasciare la macchina di proprietà parcheggiata a sobbollire lungo la via (con un occhio di riguardo alla rituale pulizia stradale). L’alternativa? Raggiungere a piedi la biblioteca più vicina, possibilmente senza aria condizionata, scegliere uno o più libri e trovare la collocazione più adatta affinché la giusta termoregolazione renda la lettura un’esperienza davvero estiva e, perché no, dal gusto nostalgicamente retrò. Ai tempi delle “challenges” che impazzano sui social, la sfida è quindi a km 0, a emissioni 0, a 0 rischio scottature ecc. ecc. dove l’unica cosa sopra lo zero saranno i numeri delle pagine avidamente lette.
Le proposte, dicevamo all’inizio, devono però incontrare tutti i gusti e contenere gli ingredienti perfetti per creare la giusta atmosfera: quella che ognuno di noi definisce – in maniera del tutto personale – Estate.

L’estate-infanzia. Per questo tipo di Lettore l’estate è un viaggio nel tempo, sa di portoni infuocati dal sole dietro tende verdi scolorite, di luoghi indenni al passare del tempo, di meriggi noiosi e di famiglie fatte di nonni (ogni anno più bassi) e cugini (ogni anno più alti). A questo Lettore probabilmente piacerà il suono antico delle parole petrose di Paolo Teobaldi in Arenaria (e/o, 2019), i nodi d’ombra che segnano la storia familiare raccontata da Emanuele Altissimo in Luce rubata al giorno (Bompiani, 2019) e la provincia pugliese degli anni ’60 di L’estate muore giovane, di Mirko Sabatino (Nottetempo, 2018) dove il passaggio dall’adolescenza all’età adulta è scandito, precocemente, dalla violenza e dalla vendetta.

L’estate-consapevole. Questo secondo tipo di Lettore parte ovviamente avvantaggiato nella nostra sfida perché per lui l’estate è il momento in cui diventare il buon esempio di se stesso, mangiare sano, meditare sul mondo e nutrire il proprio senso critico. Per lui (con il climatizzatore rigorosamente spento) conserviamo sui nostri scaffali gli ultimi saggi dedicati ai cambiamenti climatici come Terra senza tregua. Terremoti, alluvioni, eruzioni, cambiamenti climatici tra scienza e comunicazione di Federico Pasquaré Mariotto e Alessandro Tibaldi (Mimesis, 2019), L'uomo e la farfalla. 6 domande su cui riflettere per comprendere i cambiamenti climatici di Filippo Giorgi (Franco Angeli, 2019) e a seguire il libro di Raffaele Scolari, Catastrofi e cambiamenti climatici. Sette riflessioni su pensiero e rappresentazioni del disastro tecno-naturale (Mimesis, 2019).
Per addolcire una tale apocalissi, si consiglia di passare il più velocemente possibile alla lettura di altri tre libri che riporteranno la calma al nostro Lettore: si comincia con Beth Kempton, Wabi sabi. La via giapponese a una vita perfettamente imperfetta (Corbaccio 2019), un’affascinante visione del mondo che deriva dall’estetica giapponese e che fa della bellezza dell’imperfezione e della semplicità il segreto per affrontare la natura mutevole e transitoria della vita; non potrà manca una delle massime voci nel campo della neurobiologia vegetale, ovvero Stefano Mancuso con La nazione delle piante (Laterza, 2019), che suggerisce una vera e propria costituzione su cui costruire il nostro futuro di esseri rispettosi della Terra e degli altri esseri viventi. E infine una lettura affascinante e originale: L’ambasciatore delle foreste (Arkadia 2019) di Paolo Ciampi, che racconta di tale George Perkins Marsh, primo ambasciatore in Italia degli Stati Uniti, nominato da Abramo Lincoln e primo essere umano a parlare di cambiamenti climatici e di foreste da salvare.

L’estate-viaggio. Infine, parliamoci chiaro: “challenge” a parte, il Lettore che viaggia resterà sempre il nostro preferito, quello che ci fa continuare a sperare che in valigia o nello zaino ci sia sempre posto per qualche libro che ha contribuito alla scelta della sua destinazione. E allora affrettatevi a collezionare tutti i titoli usciti nel 2019 nella collana The Passenger. Per esploratori del mondo (Iperborea), ovvero Grecia, Portogallo, Giappone, Islanda e Norvegia e gli ultimi consigli della Lonely Planet per una viaggio che sia perfetto (Consigli Lonely Planet per un viaggio perfetto. Tutto quello che è utile sapere per viaggiare ovunque) e che potrebbe addirittura salvarvi la vita (Guida per salvarsi la vita viaggiando. 500 esperienze e luoghi per stare bene). Si dia il caso, però, che il Lettore s’innamori dell’America centromeridionale, ma che si accorga troppo tardi, ahimè, di non aver seguito i nostri consigli e di aver abusato del condizionatore. Bene, la salata bolletta da pagare non gli permetterà di certo di prenotare un viaggio in prima classe, ma di sicuro non gli impedirà di precipitarsi in biblioteca (controllando eventuali giorni di chiusura, perché si sa, anche i bibliotecari vanno in vacanza a leggere libri) e di prendere in prestito, in un solo colpo: il libro di Davide Barilli, Cuba. Altravana. Nel cuore di una città perduta (Perrone 2019), mappa letteraria e culturale della Cuba di oggi e di ieri; Notte a Caracas di Karina Sainz Borgio (Einaudi 2019), un lussureggiante e tragico romanzo che racconta di un Venezuela violento e disperato e da ultimo - imprescindibile! - Tango, vera e propria archeologia/mitologia del ballo argentino più famoso al mondo che raccoglie le quattro conferenze dedicate al tango da nientepopodimeno Jorge Luis Borges nel lontano 1965, poi ritrovate, digitalizzate e infine tradotte da Adelphi nel maggio scorso.

Buona estate: un’estate come non l’avete mai letta!

Tutti i titoli proposti sono disponibili in biblioteca per il prestito e la consultazione. Consulta il catalogo