Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Biblioteche Comunali Fiorentine > Consigli di lettura > ... dalla Biblioteca Orticoltura
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook
 

 

 


Hurricane, I sopravvissuti, Torino: Eris, 2018
Hurricane non crea solo dei personaggi ma un intero mondo, perfetta fotografia del nostro, solo più sincero e smaliziato. I protagonisti di queste storie tentano disperatamente di sopravvivere in un mondo di totale crisi economica come Omino e Tacchino, coinquilini, che vivono nell’eterna ricerca di un reddito, Varnelli che si autoseppellisce per fingersi morto e non dover pagare più niente. La penna di Hurricane crea il loro perfetto habitat: la casa dei coinquilini con la stanza del “muro del pianto”, il discount dove i prodotti sono addestrati a urlare se dei clienti “poveracci” si avvicinano a loro, il cinema con i biglietti ridotti per chi vede solo la pubblicità, e la campagna “Fatti cucinare dalle mense dello Stato” per soddisfare il bisogno proteico del paese e cancellare letteralmente la disoccupazione: chi denuncia un disoccupato ha diritto a un buono pasto omaggio.
Hurricane è l’unico grande erede della satira e della Golden Age del fumetto italiano da Il Male a Frigidaire, nelle sue tavole c’è tutto quello che stimo vivendo: il suo lavoro, divertente e spietato, trova finalmente nella forma libro lo spazio di cui ha bisogno.

Moore, Alan e Gibbons, Dave, Watchmen, Novara: DC Comics, 2016
Il Comico, l’unico vigilante “legale” rimasto, il tuttofare del governo americano, viene spinto da una fi nestra ed ucciso. Tra gli altri vigilanti, ormai quasi tutti costretti ad un riposo forzato dalla legge Keene, che ha bandito gli eroi in costume, si sparge il timore di uno psicopatico a piede libero, un “killer delle maschere”; ma, forse, il Comico è stato ucciso per un motivo, forse era venuto a conoscenza di qualcosa che non doveva sapere… “Watchmen” parte come il più tipico dei libri gialli, con un omicidio ed una persona (il vigilante Rorschach) che investiga sulla sua morte, ma, pian piano, la trama si amplia sempre di più, sino a rivelare un complotto di portata globale. La morte del Comico non mette però solo in moto una serie di eventi sempre più grandi, ma è l’occasione per i vari vigilanti “in pensione” di rincontrarsi, di ricordare e di rimpiangere il passato….e forse, nonostante la legge, di tornare in attività. Senza dubbio uno dei più grandi fumetti di sempre.

Ortolani, Leo, Cinzia, Milano: Bao, 2018
Di tutti i personaggi che Leo Ortolani ha creato all’interno della saga ormai quasi trentennale di Rat-Man, uno dei più amati e memorabili è senz’altro Cinzia, la transessuale platinata. Con questo massiccio romanzo grafico inedito, Leo racconta Cinzia come non l’avete mai conosciuta, tra amore, consapevolezza di sé, esposizione dell’ipocrisia dei perbenisti, pathos, comicità e musical. Sì, avete letto bene: musical. Una storia bellissima, un Ortolani in autentico stato di grazia, per un libro che amerete senza ritegno e che consiglierete, regalerete, terrete in bella vista per molto, molto tempo.

Killoffer, Patrice, 676 apparizioni di Killoffer, Roma: Coconino press, 2017
Durante un viaggio a Montreal, ossessionato dal pensiero di una montagna di piatti da lavare lasciati nella cucina di casa a Parigi, il disegnatore Killoffer sprofonda in un incubo allucinante. Dovunque spuntano suoi “doppi”, 676 apparizioni di se stesso: altrettanti alter ego che lo assediano e non gli danno tregua mentre mangia, disegna, si riposa o beve qualcosa al bar.
Presto la situazione degenera e il “viaggio” si fa infernale. Gli altri Killoffer si ubriacano, provocano risse nei locali, molestano e violentano le donne incontrate per strada, affollano la sua stanza nel corso di monumentali orge a base di sesso, violenza e alcol… Ogni fuga dall’incubo sembra impossibile: è un crescendo incalzante, che può sfociare solo nel sangue e nel massacro, fino a una soluzione sottilmente inquietante.
Un capolavoro tra horror e humour nero. Un’odissea interiore onesta e brutale, sincera fino all’autolesionismo. Una brillante sfida alle regole e alle convenzioni dell’autobiografia e della narrazione a fumetti. Killoffer rompe le tradizionali gabbie del fumetto. Prima col monologo interiore, poi con la nuda potenza delle immagini disegnate, prende per mano il lettore e lo trascina in una vertiginosa discesa negli abissi dell’Io.

Druillet, Philippe, Lone Sloane: l'integrale, Ariccia: Magic Press, 2016
In un unico volume tutti i libri del viaggiatore interstellare Lone Sloane, a metà strada tra l'omerico Ulisse, i mondi visionari di Lovecraft e l'Art Nouveau. Contiene: Les 6 Voyages, Delirius, Gail, Chaos, Delirius 2.Lone Sloane è irraccontabile; espressioni tipo “narrazione esplosa” o “andamento sperimentale” sono approssimazioni di circostanza che forse valgono come indizio, ma che poco rendono dell'esperienza che il lettore si trova ad affrontare una volta che l'occhio si posa su queste pagine. Intanto, sono pagine in cui tavole, griglie e vignette vengono smontate e rimontate secondo un ordine che altro non si sa come definire se non allucinato, e di cui non sempre è facile cogliere la consequenzialità; a sua volta, la trama è una... non-trama, o per meglio dire un caotico affastellarsi di apocalittiche avventure fantasy/sci-fi abbondantemente annaffiate di umori lisergici, col protagonista – Lone Sloane, appunto – che di volta in volta si trova alle prese con pianeti strani, creature minacciose, geometrie non euclidee e deliri psichici dai toni sempre e comunque disperati.

In Biblioteca ti aspettano questi e altri titoli che compongono la collezione FUMETTI... 

Consulta il nostro catalogo e scegli il fumetto che fa per te.