Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Biblioteche Comunali Fiorentine > Consigli di lettura > ... dalla Biblioteca Dino Pieraccioni
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook
 

 

 

 
Francesco Carofiglio, Ritorno nella valle degli angeli, Venezia, Marsilio, 2009
Vincenzo Lauria torna in Italia in occasione della morte del padre da New York, la città in cui vive da tempo e dove fa il giornalista. Resterà ad Aquilana, il piccolo paese della Basilicata, solo il tempo necessario a sbrigare le pratiche della successione. I giorni trascorsi nella casa della sua infanzia risvegliano inquietudini lontane. Finché, la notte prima della partenza, un evento sconcertante costringerà Vincenzo alla resa dei conti con il suo passato.

Abraham B. Yehoshua, Ritorno dall’India, Torino, Einaudi, 1997
Maestro nel saper cogliere nella trama delle esistenze individuali, i tormenti, le debolezze, il colore di un'intera epoca, e di una società alla difficile ricerca di un equilibrio, Yehoshua ci narra la storia del giovane medico israeliano Benji Rubin, il suo viaggio in India con il direttore amministrativo dell’ospedale in cui lavora. Dall'India Benji torna con un amore impossibile che sconvolgerà la sua vita. Un viaggio fisico ma ancora più un viaggio nella geografia di sentimenti e passioni che sembrano sfuggire a ogni ragionevole tentativo di interpretazione.

John Niven, A volte ritorno, Torino, Einaudi, 2012
Dopo una vacanza di qualche secolo Dio è tornato in ufficio, in Paradiso, e per prima cosa chiede al suo staff un brief sugli ultimi avvenimenti. I suoi gli fanno un quadro talmente catastrofico - preti che molestano i bambini, enormità di cibo sprecato e popolazioni che muoiono di fame... - che Dio si vede costretto a rimandare giù il figlio per dare una sistemata. JC (Jesus Christ) gli dice: Sei sicuro sia una buona idea? Non ti ricordi cosa è successo l'altra volta? Ma Dio è irremovibile. Così JC piomba a NY, dove vive con alcuni drop-out e ha modo di rendersi conto in prima persona dell'assurdità del mondo degli uomini. E cerca, come può, di dare una mano. Il ragazzo non sa fare niente, eccetto suonare la chitarra. E riesce a finire in un programma di talenti alla tv. Un gran bel modo per fare arrivare il suo messaggio a un sacco di gente. Ma, come già in passato, anche oggi chi sta dalla parte dei marginali non è propriamente ben visto dalle autorità.

Erich Maria Remarque, La via del ritorno, Milano: Mondadori, 1972
Pubblicato a puntate sul quotidiano tedesco Vossische Zeitung tra il Dicembre del 1930 e il Gennaio del 1931, venne pubblicato nell'Aprile del 1931 e si colloca cronologicamente come seguito di Niente di nuovo sul fronte occidentale e prima del romanzo Tre camerati.
L'opera racconta l'esperienza vissuta da un giovane reduce dalle trincee della prima guerra mondiale, il rientro in Germania e il tentativo di reinserirsi nella vita quotidiana.

J.R.R. Tolkien, Il Signore degli Anelli: trilogia 3. Il ritorno del Re, Milano, RCS Libri, 2005
Nel terzo libro della trilogia, Aragorn e i suoi amici giungono a Gondor, relitto dell'antico Regno degli Uomini: è il mondo del Bene, in piena decadenza. Mentre Frodo e Sam riprendono il difficile cammino verso Monte Fato, nelle pianure presso la capitale di Gondor si scontrano le forze del Bene e del Male. Quando il Male sembra avere il sopravvento, Frodo riesce a far cadere l'Anello nel cratere di Monte Fato. In quel momento l'Occhio malefico, che ha continuato a fissare il mondo, si chiude e una gran pace scende sulle cose. La Compagnia dell'Anello si riunisce e gli Hobbit ritornano a casa, incontrando ancora qualche traccia del Male...

Tutti i titoli proposti sono disponibili in biblioteca per il prestito e la consultazione. Consulta il catalogo della Biblioteca Pieraccioni.