Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Quartiere 5 > PRIMO PIANO > ROTATORIA A FIRENZE NOVA NEI PRESSI DI STAZIONE E CIMITERO
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook


 

Una rotatoria per aumentare la sicurezza stradale nella zona del Nuovo Pignone, al posto dell’attuale intersezione a raso in prossimità della stazione ferroviaria di Rifredi, tra piazza Mattei, via Panciatichi, via Barsanti, via di Caciolle e via delle Tre Pietre, proprio davanti al cimitero comunale.
L’opera, che rientra nel progetto David sulla sicurezza stradale, costerà oltre 600 mila euro e i cantieri si apriranno in estate.
Qui si  sono verificati numerosi incidenti  negli ultimi anni (7 nel 2012, 5  nel 2013, 10 nel 2014 e nel 2015) e la tipologia più frequente risulta essere lo scontro frontale-laterale, tipico delle intersezioni a raso non regolate da rotatoria. Questa tipologia di incidente normalmente ha esiti più gravi rispetto alle altre. Inoltre si sono riscontrati anche quattro investimenti di pedoni abbastanza gravi. Per tutto questo la soluzione della rotatoria è stata ritenuta la più idonea. L’opera sarà caratterizzata da inserti rifrangenti con una delimitazione apposita per aumentarne la visibilità. Al centro sarà temporaneamente posizionato un albero d’alto fusto che potrebbe venire sostituito con un’installazione di un manufatto di archeologia industriale, considerata la vicinanza con il Nuovo Pignone. L’area vicina al cimitero sarà dotata di un’area verde alberata, di una nuova pavimentazione all’ingresso e di una nuova fermata dell’autobus, arretrata in direzione del centro città. Anche l’area adiacente l’imbocco di via delle Tre Pietre e l’ingresso carrabile di servizio del cimitero sarà riqualificata e messa in sicurezza allontanando dall’incrocio gli attraversamenti pedonale e ciclabile. Tra le altre opere accessorie, previsto anche lo spostamento e la modifica del passaggio pedonale in via Barsanti, all’altezza di Esaote, per renderlo percorribile anche dai disabili.