Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Quartiere1 > Agenda > IL CARTELLONE DI DICEMBRE
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook





A Palazzo Strozzi in mostra il Cinquecento Fiorentino


Fino al 21 gennaio Palazzo Strozzi ospita Il Cinquecento a Firenze, una straordinaria mostra che mette a confronto artisti come Michelangelo, Andrea del Sarto, Rosso Fiorentino, Pontormo, Bronzino, Giorgio Vasari, Santi di Tito, Giambologna. La rassegna celebra un’eccezionale epoca culturale, la seconda metà del Cinquecento a Firenze, in un confronto serrato tra ‘maniera moderna’ e controriforma.

Orario di apertura. Tutti i giorni, inclusi i festivi, ore 10-20.  Giovedì,  ore 10-23.

Info  055.2645155 info@palazzostrozzi.org
Prenotazioni 055 2469600  prenotazioni@palazzostrozzi.org



Keith Haring e Paolo Buggiani a Palazzo Medici Riccardi


"Made in New York. Keih Haring, Paolo Buggiani and co.", un pezzo di storia della Street Art approda a Firenze, fino al 4 febbraio, nelle sale di Palazzo Medici Riccardi.
Keith Haring e Paolo Buggiani, un'insolita coppia sbarca a Firenze. Sullo sfondo della New York dei primi anni Ottanta, i due si conoscono in quel cortocircuito che mescolava ambientazioni urbane a sperimentazione artistica. L'italiano percepisce la genialità e il talento di Haring e, collezionista ante litteram, strappa dai muri e conserva dell'americano una cinquantina di Subway drawings, le prime opere in gessetto realizzate sulle affissioni nere che coprivano le pubblicità scadute. La mostra, patrocinata da Città Metropolitana di Firenze, racconta quest'incontro e questa storia con un'ampia selezione di opere di entrambe gli artisti.

Teatro del Maggio ricorda Paolo Poli


Fino al 6 gennaio il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino ospita una grande mostra per ricordare Paolo Poli, a poco più di un anno dalla sua scomparsa. Il visitatore quasi potrà sfogliare le pagine, tutte diverse, della vita del grande e amato attore, tutte incentrate sui suoi spettacoli teatrali.
La mostra-album, curata dal critico teatrale Rodolfo Di Giammarco e dal compositore Andrea Farri, nipote di Poli, è ambientata nel Foyer del Teatro del Maggio. Saranno esposte le fotografie di scena di tutti gli spettacoli e anche i 586 aggettivi con cui la stampa ha descritto quest’artista così eclettico e  sorprendente.
A tracciare il percorso della mostra ci saranno 40 monitor, uno per ogni spettacolo che Poli ha realizzato (dal '50 al 2014), in un percorso che copre 64 anni di progetti e attività teatrale. Nel foyer saranno poi mostrate alcune delle sue più emblematiche scenografie (realizzate da Lele Luzzati e Lorenzo Tornabuoni) che caleranno dal soffitto del teatro sospese nel vuoto.
Per mettere in risalto anche il prezioso lavoro che Paolo Poli ha fatto sul linguaggio e sulla lingua italiana, il Teatro del Maggio ha allestito una saletta dove si potrà, di volta in volta, ascoltare e vedere in video Paolo Poli che recita una selezione delle più belle poesie di Aldo Palazzeschi.


Visite a Cappella Brancacci, Santo Spirito e  Santa Maria Novella


I Musei Civici Fiorentini e l’Associazione MUS.E propongono un nuovo ciclo di appuntamenti alla scoperta di Santa Maria Novella, della Cappella Brancacci in Santa Maria del Carmine, della Fondazione Romano e della basilica di Santo Spirito. Prenotazione obbligatoria.
Cappella Brancacci, lunedì e sabato, ore 10 e 14
Complesso di Santo Spirito e Fondazione Romano, lunedì e sabato,  ore 11.30 e 15.30
Santa Maria Novella, lunedì ore 10:30 e 14:30, sabato, ore 10:30 e 15; mercoledì, venerdì e domenica, ore 14:30.

Per info e prenotazioni 055.2768224 2768558 info@muse.comune.fi.it

Gli appuntamenti di ‘Leggere per non dimenticare’

L’iniziativa “Leggere per non dimenticare”, giunta alla sua XXIII stagione, propone alla Biblioteca delle Oblate un programma ad amplissimo raggio che consente a scrittori, storici, filosofi, scienziati, linguisti e psicanalisti di presentare il proprio bagaglio artistico, scientifico e culturale confrontandosi con un pubblico competente e smaliziato.
La rassegna curata di Anna Benedetti, che costituisce  ormai stabilmente uno dei più prestigiosi ‘salotti’ letterari a livello nazionale, presenta a dicembre i seguenti appuntamenti, ore  17,30.

6 dicembre, La macchia della razza, di Marco Aime;
13 dicembre, Il grande racconto di Ulisse, di Piero Boitani;
20 dicembre, Le otto montagne, di Paolo Cognetti.

Gli incontri si protrarranno, con cadenza settimanale, fino al maggio 2018.