Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Quartiere1 > Scuola e Territorio > I PROGETTI IN CORSO
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook




UN BOSCHETTO IN PIAZZA DEL CARMINE


Con la piantumazione di ventitre alberi (4 canfore e 19 aceri) prosegue il processo di pedonalizzazione e riqualificazione di piazza del Carmine. Le piante determineranno un vero e proprio boschetto sul lato opposto alla chiesa, lungo la parte carrabile della piazza. Il progetto prevede anche la conseguente collocazione di panchine nell’area ombreggiata.
La parte dove saranno collocati gli alberi è stata pavimentata con un conglomerato drenante con scaglie di pietra; lo stesso tipo di materiale (ma non drenante e quindi più resistente) sarà utilizzato per la parte carrabile a forma di U intorno all’area pedonale. Per il resto dell’area, fino al sagrato della chiesa, sarà usato il lastrico, in particolar modo le pietre recuperate e restaurate della stessa piazza. La porzione pedonale sarà leggermente rialzata rispetto al piano carrabile in modo da scoraggiare il parcheggio selvaggio.
Il termine dell’intervento è previsto per l’estate prossima ma, visto che i lavori procedono molto spediti, non si esclude che a primavera la piazza possa essere già pronta.
Anche la commissione Unesco, incaricata di monitorare il mantenimento degli standard di qualità urbanistica nelle aree considerate patrimonio dell’umanità, ha valutato positivamente la pedonalizzazione della piazza.

 

IL NUOVO VOLTO DI PIAZZA SANTA MARIA SOPRARNO

Piazza Santa Maria Soprarno si presenta dal 4 novembre con una nuova pavimentazione e con un significativo allargamento dell’area pedonale. L’intervento ha implicato un importo complessivo di 105mila euro, di cui una parte messa a disposizione, grazie al meccanismo dell’Art bonus (erogazione di risorse per la salvaguardia del patrimonio artistico, dedotte dall’imponibile fiscale del donatore ndr) da Enrico Bargagli Petrucci, proprietario del Palazzo Tempi affacciato sulla piazza.
I lavori di riqualificazione della piazza sono stati realizzati nell'ambito dell’intervento di rifacimento delle tubazioni da parte di Publiacqua. Con le risorse del privato sono stati finanziati il disegno della nuova piazza e la pavimentazione dell'area pedonale, eseguita in calcestruzzo architettonico richiamando quella di piazza Pitti. Il progetto è stato pensato per migliorare la fruibilità dell'area pedonale affiancandola al Palazzo Tempi, in modo da definire una vera e propria piazza;  nello stesso tempo si è creato un unico collegamento tra le due corsie presenti in via dei Bardi lato Ponte Vecchio e le due corsie previste in lungarno Torrigiani. L'intervento consente anche di ridurre il traffico in via dei Bardi nel tratto ‘stretto’ verso piazza dei Mozzi. Nella piazza è stato infine realizzato da Silfi il nuovo impianto di illuminazione pubblica con candelabri sul modello di quelli presenti sui lungarni. In occasione dell'intervento, è stata ripristinata anche l'intera pavimentazione destinata a carreggiata stradale, realizzata con lastrico di granito recuperato dai depositi comunali.



PALAZZO DEMIDOFF CAMBIA DESTINAZIONE

Nuova vita per il complesso immobiliare Demidoff di via San Niccolò. La trasformazione della struttura, ritenuta non più adeguata a svolgere la funzione di residenza assistenziale per anziani, prevede una destinazione totalmente residenziale. La somma dovuta a titolo di compensazione è di oltre 370mila euro che saranno destinati a una serie di interventi: riqualificazione del giardino di Carraia in via dell'Erta Canina per 138mila euro (in caso di disponibilità residua, anche i giardini Demidoff e lungarno Torrigiani), riqualificazione di piazza Poggi e piazzetta San Miniato (180mila euro) e la realizzazione di un cavo in fibra ottica per i restanti 52mila euro.

LAVORI SULLE AREE VERDI IN PIAZZA STAZIONE
E IN PIAZZA INDIPENDENZA


La giunta comunale ha approvato un investimento di 180mila euro per riqualificare le aree verdi e pedonali di piazza Indipendenza e piazza Stazione.
In piazza Indipendenza saranno ripristinati anzitutto i vialetti asfaltati, in modo particolare nei punti di maggior usura. Subito dopo si provvederà a integrare la superficie a ghiaia, attualmente quasi scomparsa, e a riqualificare le aree a prato.
Quanto a piazza Stazione il progetto prevede l'installazione di una ringhiera artistica in metallo, lungo il perimetro delle aiuole. Sarà alta 30 centimetri, riprenderà le caratteristiche di quelle che delimitano molte piazze della città e non sarà verniciata essendo solo trattata con una soluzione acida contro la ruggine. La recinzione ha lo scopo di ridurre la possibilità di accesso alle zone a prato dove spesso si consumano atti e comportamenti scorretti e poco rispettosi.
I lavori dovrebbero durare almeno sei mesi.