Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Quartiere1 > Editoriale > ARTE, BARRIERA CONTRO IL TERRORE
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

A Firenze, nel campo del rafforzamento delle misure antiterrorismo dopo i fatti di Barcellona, è già stata compiuta una scelta significativa nell'ambito delle misure 'creative' a protezione dei punti nevralgici del centro storico (piazza Duomo e le aree vicine), con l’installazione di grandi fioriere in luogo delle normali barriere, new jersey o transenne.

Ora Firenze si candida ad essere la prima città italiana ad adottare l'idea, lanciata nelle scorse settimane dall'architetto Stefano Boeri, di utilizzare la creatività e l’arte in chiave antiterrorismo. Raccogliendo anche le indicazioni del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, il Comune ha indetto una consultazione pubblica rivolta ad aziende, progettisti, creativi e agli studi professionali per la realizzazione di dissuasori ed elementi di protezione e sicurezza degli spazi pubblici della città. La consultazione on line, denominata #Florencecalling Chiamata alle arti è stata promossa con un apposito bando pubblicato sulla Rete civica del Comune e resta aperta fino al 27 ottobre. Una specifica commissione, presieduta dal sindaco Nardella e dall’architetto Boeri, si occuperà di valorizzare le proposte più efficaci e innovative.