Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Quartiere 3 > Notizie dal territorio > COSA SUCCEDE SOTTO CASA NOSTRA
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

UN NUOVO BUS PER FORTE DI BELVEDERE E VILLA BARDINI

Nasce la linea Ataf “FB”, che collega il centro storico con la collina del Forte di Belvedere e di Villa Bardini, sedi di mostre d’arte di rilievo internazionale. L’iniziativa è del Comune di Firenze, in collaborazione con la Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze e con Mus.e.

Dal 18 luglio al 1° ottobre, tutti i giorni escluso il lunedì, un bus Ataf effettuerà una corsa ogni 30 minuti, dalle 10.00 alle 19.00. Un capolinea sarà in piazza Pitti, l’altro al Forte di Belvedere.

Questo l’itinerario a partire da Piazza Pitti: via dei Bardi, piazza dei Mozzi (davanti al Museo Stefano Bardini), Porta San Miniato, Forte Belvedere, via di San Leonardo, viale Galilei, piazzale Galilei, viale Machiavelli, Porta Romana, piazza della Calza, Via Romana, piazza San Felice, Piazza Pitti.

Si sale a bordo con il normale biglietto ATAF&Li-nea.

 

 

La nuova linea “FB” è stata pensata per offrire un servizio ai tanti fiorentini e turisti che desiderano visitare la mostra “Ytalia. Energia Pensiero Bellezza”, al Forte di Belvedere fino al 1° ottobre, e la mostra “Lloyd. Paesaggi toscani del Novecento”, che si apre il 14 luglio a Villa Bardini.
La linea verrà inaugurata martedì 18 luglio alle ore 8:30.




POLO ENDOCRINOLOGICO AL PRESIDIO PALAGI

I pazienti con patologie tiroidee e paratiroidee, obesità, osteoporosi, patologie ipotalamo-ipofisarie, surrenaliche e endocrino-ginecologiche hanno ora a disposizione un centro integrato di Endocrinologia, in funzione presso il presidio Piero Palagi di viale Michelangelo.
Qui possono usufruire di ambulatori concentrati in un’unica area, percorsi clinici mirati attraverso indagini diagnostiche e terapie, in collaborazione interdisciplinare  con gli altri centri specialistici e con i Medici di Medicina Generale per le urgenze. La nuova struttura è già operativa all’interno del presidio fiorentino che, sempre di più, si sta caratterizzando per  la creazione di “poli di riferimento specialistici” per numerose patologie.