Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Quartiere2 > Cosa succede sotto casa nostra > NOTIZIE DAL TERRITORIO
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook


 

SAN SALVI IN FESTA
 
Sabato  13 maggio il complesso di San Salvi ha ospitato 'La Festa dei più mondi'. L’evento, organizzato dalla compagnia Chille de la Balanza, che da anni gestisce parte dello spazio dell’ex-manicomio, si è sviluppata nella scuola primaria Andrea del Sarto, nell’edificio che una volta ospitava la clinica universitaria neuropsichiatrica. 
Nel corso dell’evento è stato attivato l’archivio dei progetti di bambini e ragazzi della scuole che hanno seguito il metodo didattico di Idana Pescioli per costruire una scuola partecipativa. Una pratica e un metodo che nacquero proprio a San Salvi all’indomani della legge Basaglia. 
In programma anche una mostra dei lavori delle classi della scuola primaria Andrea del Sarto che ha preso spunto dalla visita degli studenti all’ex-manicomio. 
La Festa ha visto anche due momenti nel segno della valorizzazione della diversità, con una speciale attenzione all’autismo. Sono state infatti presentate due importanti esperienze maturate rispettivamente nel settore della musica e dell’orticoltura, accompagnate da un interessante risvolto teatrale che, ispirandosi alla classicità greca, metteva in relazione la condizione del disabile  con gli eroi omerici che sfidano le avversità proposte dall’uomo e dalla natura.
A chiusura della giornata i Chille hanno organizzato un’edizione speciale della passeggiata “C’era una volta…il manicomio” di e con Claudio Ascoli, che ha già superato le 570 repliche e i 50mila spettatori. 

UN MURALES CONTRO I MURI
 
Un murales sulla biglietteria dello stadio di atletica ‘Luigi Ridolfi’ per tentare di abbattere il muro del pregiudizio e della discriminazione: lo hanno realizzato 50 ragazzi dai 16 ai 19 anni del liceo Agnoletti di Sesto Fiorentino e di Trisomia 21, l’associazione che da 38 anni si occupa di persone con sindrome di Down.
Il progetto ‘Murales contro il muro’ è stato presentato dagli assessori al Welfare Sara Funaro e alle Politiche giovanili Andrea Vannucci, dal presidente del Quartiere 2 Michele Pierguidi, dalla presidente dell’associazione Trisomia 21 Antonella Falugiani e da alcuni studenti del liceo Agnoletti e alcuni ragazzi dell’associazione. Presenti per la Fiorentina Giancarlo Antognoni e il centrocampista Carlos Sanchez. 
Per la progettazione e la realizzazione del murales i ragazzi sono stati impegnati per sette mesi, durante i quali si sono conosciuti e confrontati.
La realizzazione del murales è stata possibile grazie alla collaborazione dell’Accademia delle belle arti di Firenze e al sostegno del Comune di Firenze negli assessorati al Welfare e alle Politiche giovanili che, individuando uno spazio adeguato, hanno contribuito a lanciare un messaggio forte contro ogni barriera fisica, psicologica e culturale.
 
 
UNA STRADA PER BERNABEI
 
Il 16 maggio, nel giorno del suo compleanno, Firenze ha ricordato Ettore Bernabei, giornalista e storico  direttore generale della Rai (dal 1961 al 1974), nato a Firenze e scomparso il 13 agosto dello scorso anno.
Al mattino è stata scoperta la targa che intitola a Bernabei una strada vicino a Largo De Gasperi, accanto alla sede Rai della Toscana. La figura di Bernabei è stata ricordata presso l’auditorium della sede Rai con interventi, tra gli altri, della presidente Rai Monica Maggioni e del ministro ai Beni Cultrurali Dario Franceschini. 
Nel 2010 il Comune aveva attribuito a Bernabei il Fiorino d’oro, il più alto riconoscimento cittadino.