Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Quartiere 3 > Cultura > CIMITERO DEGLI ALLORI
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

In occasione dell’arrivo della stagione primaverile il Fondo Ambiente Italiano ha proposto l’ormai irrinunciabile appuntamento con ‘Le Giornate del FAI’ (25-26 marzo), che rappresentano un’occasione spesso unica per accedere a parti fondamentali del nostro patrimonio paesaggistico, artistico e architettonico. Firenze, come sempre, ha offerto un’ampia gamma di visite guidate e una di queste ha coinvolto direttamente il nostro quartiere. Vediamo di cosa si tratta.

Cimitero degli Allori (Due Strade)
Situato vicino al Galluzzo, in località Due Strade, in un podere da cui ha preso il nome, il camposanto venne aperto nel 1860 quando le comunità non cattoliche di Firenze non poterono più seppellire i loro defunti nel cimitero di piazzale Donatello, ormai assorbito all'interno della città. Oggi il camposanto, di rito evangelico, ospita tombe di cinquanta nazionalità e trenta religioni diverse, fra cui quelle di Oriana Fallaci, Leonardo Savioli e Frederick Stibbert.