Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Quartiere4 > In breve > NOTIZIARIO FLASH
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook


 


PUNTI ANAGRAFICI, NUOVI ORARI DAL 1° FEBBRAIO

Dal 1° febbraio entrano in vigore nuovo orari di apertura in alcuni dei Punti Anagrafici Decentrati.
Lo sportello di Villa Vogel, via delle Torri 23 (Quartiere 4), a partire da quella data, resterà chiuso anche il lunedì, per cui l’orario di apertura si presenterà così:  martedì, mercoledì e venerdì, ore 8,30-13 (martedì anche 14,30-17).
Lo sportello di via Carlo Bini 7 (Quartiere 5) resterà chiuso anche il giovedì, per cui l’orario di apertura  si presenterà così:  lunedì, mercoledì e venerdì, ore 8,30-13.
Lo sportello di Villa Pallini, via Baracca 150/p (Quartiere 5), sarà aperto su prenotazione anche il giovedì, per cui l’orario di apertura si presenterà così: martedì e giovedì, 8,30-13 e 14,30-17 (si accede al servizio su prenotazione telefonando al call center 055.055 dalle 8 alle 20, festivi esclusi).


DI CORSA CON ‘ROSAMIMOSA’

Sabato 11 marzo, ritrovo ore 15 allo stadio di atletica di via del Filarete, si rinnova il classico appuntamento con ‘Rosamimosa’, la corsa in rosa attraverso le strade e le colline del Q.4, a cura del Gruppo Sportivo Le Torri Podismo. La competizione, giunta alla trentaduesima edizione, prenderà il via alle ore 16 e si snoderà per 8 chilometri. Prevista anche una versione non competitiva e una variante ludico-motoria di 4 km. riservata ai più piccoli.
Per info e iscrizioni info@gsletorrifirenze.it  3478899221



UNA RISOLUZIONE PER SOLLICCIANO


Il Consiglio comunale ha approvato una risoluzione che impegna la giunta comunale a farsi parte attiva nei confronti del Ministero della Giustizia e del CONI, per dare attuazione al Protocollo del 3 dicembre 2013 (dove le parti si impegnavano per migliorare le condizioni di vita della popolazione detenuta attraverso la diffusione e la pratica sportiva, programmi di attività stabile e organizzata, percorsi di tirocinio e qualificazione tecnica) sia per quanto riguarda la diffusione della pratica sportiva nel carcere di Sollicciano che per quelle relativa alla formazione e qualificazione tecnica dei detenuti, da poter utilizzare anche successivamente per facilitarne il reinserimento nel mondo del lavoro.