Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Quartiere4 > Primo Piano > LUPI DI TOSCANA, PRESENTATI 60 PROGETTI
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook




Sono 60 i progetti presentati per la riqualificazione e valorizzazione della ex caserma ‘Gonzaga- Lupi di Toscana’ nell’ambito del bando di concorso chiuso il 14 dicembre scorso.
Attorno al futuro di questo imponente edificio dismesso posto al confine tra Firenze e Scandicci, a pochi passi dall’ospedale di Torregalli e ad alcune centinaia di metri di distanza dal tracciato tranviario della linea1, è stato attivato un percorso partecipativo che ha coinvolto centinaia di persone e che ha permesso di selezionare alcune scelte fondamentali che sono alla base del concorso internazionale di progettazione.
La fase successiva della procedura prevede una preselezione in forma anonima di otto progetti e successivamente una fase di selezione, sempre anonima, che richiede un’elaborazione di maggior dettaglio della proposta progettuale (masterplan) corredata della valutazione ambientale e della fattibilità economica e finanziaria. La commissione della fase di preselezione sarà composta da rappresentanti del Comune di Firenze, dell'Agenzia del Demanio, degli ordini professionali e dell’Università di Firenze-Scuola di Architettura. La giuria della fase di selezione sarà composta da esperti internazionali nei temi di progettazione urbana, architettura del paesaggio e progettazione ambientale ecosostenibile. Al vincitore sarà assegnato un premio di 50mila euro e agli altri sette selezionati un premio di 20mila euro per un totale di 190mila euro.
L'ex-caserma Lupi di Toscana ha una superficie utile lorda di 33mila metri quadrati, ai quali potranno aggiungersi con la perequazione ulteriori 20mila. L'idea progettuale potrà prevedere la demolizione con ricostruzione dei manufatti esistenti ad eccezione della palazzina Comando notificata come bene culturale e quindi soggetta a restauro. Il masterplan dovrà prevedere, sulla base di quanto contenuto nel regolamento urbanistico, una percentuale di superficie a destinazione residenziale pari almeno al 60% (con una quota prevalente di housing sociale), mentre il restante 40% dovrà riguardare altre destinazioni d’uso, garantendo un adeguato mix funzionale.

Tutte le informazioni sul concorso sono disponibili sul sito http://concorsolupiditoscana.comune.fi.it