Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Quartiere1 > Cultura > RESTAURI
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

RESTAURO 1/ COLONNA DI SANTA FELICITA

La Colonna di Santa Felicita, collocata nell’omonima piazza tra Ponte Vecchio e piazza Pitti, sarà restaurata. Il costo dell’operazione, pari a circa 25 mila euro, è stato finanziato interamente dall’ultima edizione della Celebrity Fight Night.
La Colonna, risalente al 1380 circa, presenta una struttura in granito con capitello corinzio ed è dedicata alle imprese di San Pietro Martire (fra' Pietro da Verona) contro gli eretici catari, nel luogo dove si svolse uno degli scontri più duri tra le due fazioni (1244). La famiglia Rossi d'Oltrarno decise in seguito di finanziare la costruzione di un monumento che inizialmente recava alla sommità una croce a due palme incrociate, simbolo del martirio. Nel 1484 sul capitello fu sistemata una statua in terracotta invetriata in stile robbiano, raffigurante il frate domenicano Pietro da Verona, (inquisitore inviato a Firenze dal papa), che organizzò una specie di milizia chiamata "Società di Santa Maria”. La statua si frantumò nel 1723, per una caduta provocata dagli agenti atmosferici e fu sostituita da un'opera in marmo di Antonio Mormorai che fu sottratta a metà dell'Ottocento. La colonna venne distrutta nell'agosto del 1944 quando i tedeschi in ritirata minarono le vie adiacenti al Ponte Vecchio, ma fu in seguito pazientemente ricostruita e ricollocata nel sito originario. Nel 2014, per un maggior decoro della zona, fu rimossa la ringhiera in ferro che era stata posizionata come protezione ma che negli anni era stata usata per lo più come ‘parcheggio’ di biciclette.
Il restauro prevede una pulitura generalizzata, la verifica di crepe e di eventuali fessurazioni e il controllo della stabilità delle cerchiature di metallo installate negli anni Sessanta per una maggiore solidità del monumento. I lavori cominceranno a primavera e dureranno tre mesi.



 

RESTAURO 2/ CROCE AL TREBBIO

E’ stata restaurata la colonna cosiddetta della Croce al Trebbio, collocata all’incrocio di tre vie (Via delle Belle Donne, Via del Moro, Via del Trebbio) vicina a Piazza Santa Maria Novella. I lavori, curati dai Servizi Tecnici e Belle Arti del Comune, sono durati due mesi e sono costati 34.600 euro.  Secondo alcune fonti questa colonna è stata eretta in memoria di un sanguinoso scontro, avvenuto nel 1244, tra i Cavalieri di Santa Maria, sotto il comando dell'inquisitore domenicano Pietro da Verona (poi san Pietro Martire) e gli eretici Patarini. La colonna in granito, innalzata nel 1338 sopra un antico pozzo, riporta un capitello in stile pisano sul quale sono scolpiti i simboli dei quattro evangelisti (Marco/leone, Luca/bue, Matteo/angelo, Giovanni/aquila) e, sulla sommità, una croce bifronte trilobata con l’immagine del Cristo unitamente ad una doppia immagine di San Pietro Martire.
Durante il restauro del monumento sono stati effettuati lavori di pulitura e stuccature. Nella parte mediana del corpo verticale della croce, immediatamente sotto i piedi del Cristo, era presente un rinforzo realizzato con una fasciatura metallica in rame ornata con decorazioni incise; la fascia è stata rimossa e, in accordo con la Soprintendenza, è stata opportunamente ripulita, trattata con anticorrosivo e poi di nuovo ricollocata nella sua posizione originaria. Sulla croce è stato applicato un protettivo idrorepellente. Infine è stata effettuata la pulitura del gradone in pietra contiguo al monumento. A completamento dell’intervento si è provveduto alla ricollocazione della copertura in legno appositamente restaurata.