Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Quartiere1 > Editoriale > IN FUNZIONE IL NUOVO MUSEO DEGLI INNOCENTI
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

 

Il progetto.
 
Un edificio bello come i palazzi più significativi della città, che l'Arte della Seta volle accogliente verso chi fin dalla nascita sembrava "tagliato fuori". L'unicità del Museo degli Innocenti risiede nella compresenza e fusione di storia sociale, arte e architettura attraverso sei secoli di impegno nella tutela e promozione dei diritti dei minori. Il progetto del rinnovato e ampliato Museo degli Innocenti nasce dalla volontà di rendere questo patrimonio di storia, di arte e di contemporaneità unico al mondo sempre più conosciuto ed accessibile. Perché "gli Innocenti" sono anche un luogo, una storia, un nome che rievoca immediatamente il Rinascimento e la nuova concezione dell'uomo che quest'epoca ci ha donato.
Tutto il percorso museale si sviluppa attorno al tema dell'accoglienza e racconta ai visitatori la vocazione e le funzioni dell'Istituto nei sei secoli di attività, integrando il patrimonio documentario con quello storico artistico. 
Il processo di realizzazione del museo è stato preceduto e accompagnato da un grande lavoro di studio sulla storia dell'istituzione e su tutto il patrimonio artistico e culturale esposto. Un lavoro di ricerca che ha guidato gli interventi di restauro di gran parte dell'edificio storico e di circa 50 opere, tra cui i 10 ‘putti’ realizzati da Andrea della Robbia sulla facciata.
 
La struttura e l’articolazione espositiva.
 
Il nuovo Museo degli Innocenti offre 1456 mq di percorso espositivo articolato su tre livelli.
Al piano seminterrato si racconta la storia e l'evoluzione dell'Istituto degli Innocenti attraverso biografie e memorie personali dei “nocentini”, come venivano chiamati i bambini ospitati nella struttura.
Al piano terra trova spazio il percorso architettonico che racconta lo sviluppo dell'antico Spedale ricostruendo i successivi interventi di ristrutturazione dell'edificio in rapporto all’evoluzione delle funzioni dell'Istituto.
Al secondo piano, sopra il portico di facciata, è attrezzata  la Galleria che ospita le opere d'arte più preziose e il Coretto di preghiera delle balie. In totale sono circa ottanta le opere esposte, eseguite da artisti eccelsi  come Sandro Botticelli, Domenico Ghirlandaio, Bartolomeo di Giovanni, Piero di Cosimo, Neri di Bicci, Luca e Andrea della Robbia e Giovanni del Biondo.
La terrazza quattrocentesca ospita una caffetteria letteraria, il Caffè del Verone, aperta non solo ai visitatori del museo ma a tutta la città, dotata di una struttura flessibile e trasparente (in vetro e legno) capace di restringere ed espandere lo spazio oppure di chiuderlo del tutto quando le condizioni meteo lo richiedono.
 
Le attività dell’Istituto.
 
All'interno dell'Istituto degli Innocenti di Firenze convivono asili nido, case di accoglienza per bambini e per madri con bimbi, un archivio storico unico al mondo, la biblioteca Innocenti Library (realizzata in collaborazione con il centro internazionale di studi Unicef che ha sede proprio qui), centri di formazione e molto altro ancora. Ogni giorno i bambini frequentano servizi educativi e culturali e in tanti giungono da varie parti del mondo per convegni, iniziative formative, studi, ricerche disciplinari.
 
Orario:
 
ll Museo degli Innocenti è aperto tutti i giorni, dalle 10 alle 19.
 
Visite guidate:
 
Chi vuole partecipare a una visita guidata o a un’attività didattica può prenotarsi telefonando al call center  848.082380. Sono previste visite guidate alle ore 11, 16 e 17 di ogni sabato, domenica e festivi.
 
Museo degli Innocenti,  piazza SS. Annunziata 13
 
INFO: www.istitutodeglinnocenti.it