Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Quartiere4 > Primo piano > CASERMA GONZAGA, UN ALTRO PASSO AVANTI
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook



Continua a snodarsi il percorso partecipativo promosso da Comune di Firenze, Quartiere 4 e Comune di Scandicci per delineare il futuro della Caserma Gonzaga, il grande contenitore dismesso destinato a dare un nuovo volto al territorio posto a cavallo tra Firenze e Scandicci, in un’area strategica di trasformazione urbanistica del sud-ovest fiorentino, a due passi da servizi di interesse metropolitano come l’ospedale di Torregalli, la linea 1 del tram e il nodo viario di Ponte a Greve (lungo l’asse Galluzzo-Ponte all’Indiano).
A una prima fase di ascolto che ha visto l’attivazione di tavoli di confronto all’Hotel Hilton (2 aprile) è seguito un trekking urbano guidato, alla scoperta degli spazi della caserma (8 maggio), e in entrambi i casi si è registrata una folta e attenta partecipazione di cittadini informati e desiderosi di dare il loro personale apporto di valutazioni e proposte.  Nel frattempo sono stati anche effettuati laboratori nelle scuole, interviste ai portatori di interesse e incontri con le associazioni di categoria e i proprietari di abitazioni e terreni dell'area interessata dalla trasformazione.
Sabato 28 maggio è arrivato il momento della co-progettazione. I cittadini sono stati invitati a partecipare ai tavoli facilitati presso il nuovo Auditorium Centro Rogers di Scandicci per definire insieme le indicazioni da consegnare ai progettisti che parteciperanno al concorso internazionale di idee che verrà bandito nei prossimi e che sarà chiamato a dare sostanza operativa e gambe professionali a tutto il processo sin qui sviluppato.
Al workshop hanno partecipato 100 persone  (cittadini, professionisti, rappresentati di comitati e associazioni di categoria) che si sono confrontate in quattro tavoli tematici su diversi aspetti del futuro dell’area: vita quotidiana  (abitanti, attività, occasioni); relazioni (fisiche, immateriali e sociali con il contesto e la città); forma (disposizione, dimensioni, altezze, rapporto tra pieni e vuoti); rapporto tra pubblico e privato (relazioni tra chiuso e aperto, tra spazi privati e funzioni collettive, tra nuovo ed esistente). La discussione è stata vivace, a tratti molto animata, a testimoniare la presenza di posizioni anche molto diverse tra i partecipanti, una molteplicità di punti di vista che, avendo trovato nel workshop l’occasione per essere debitamente articolati, rappresenteranno un’importante risorsa analitica e propositiva per i progettisti. Nei prossimi giorni sarà pubblicato il report.

Per avere informazioni più dettagliate sul percorso e per esprimere le vostre valutazioni
si possono utilizzare i seguenti canali

noncasemacitta2.0@comune.fi.it   Tel. 055.667502 
Pagina Facebook Non case ma città 2.0
Tweet  #noncasemacitta 
Web open.toscana.it/web/noncasemacitta2.0