Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Quartiere1 > Lavori del Consiglio > CHI HA BISOGNO DI XENOFOBIA ?
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

Movimenti e associazioni come Casaggì, Casapound e La Fenice, che si ispirano a ideologie xenofobe e razziste, sono saliti di recente ai disonori delle cronache cittadine per i loro volantinaggi, gazebo, concerti e raduni. A Firenze il Quartiere 2 ha pagato forse lo scotto più alto per la presenza di queste organizzazioni, con Casapound a Coverciano, La Fenice alle Cure e Casaggì in zona Campo di Marte.
Il 19 gennaio scorso il Consiglio del Q1 ha approvato una deliberazione con la quale prende posizione su questa questione, che rischia di diventare tanto più scottante quanto più si fanno pressanti e consistenti, a Firenze come in tutta Europa, i fenomeni legati all’immigrazione e alle richieste di asilo.
Il rischio di una espansione al Quartiere1 delle sedi e delle attività di questi sedicenti ‘centri sociali di destra’ ha spinto il Consiglio di Quartiere a chiedere all’Amministrazione comunale di rafforzare i controlli sulle destinazioni d’uso di locali che potrebbero diventare loro sedi, ad allertare le autorità di Pubblica Sicurezza, anche attraverso il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, e ad adoperarsi con tutti i mezzi per contrastare la diffusione delle iniziative e delle idee aberranti di queste organizzazioni. Non certo ultimo per importanza, il Consiglio chiede che siano tenuti vivi tutti i riferimenti culturali che offrano punti di vista radicalmente alternativi alle visioni nostalgiche e antistoriche di queste organizzazioni.