Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Biblioteche Comunali Fiorentine > La biblioteca si racconta > Notizie dalla Biblioteca Pietro Thouar
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook
 

 

 


Fondata nel 1914, la Thouar ha avuto sede al piano terreno di Palazzo Guadagni in piazza Santo Spirito per 100 anni e nel gennaio 2015 si è trasferita nel complesso delle Ex-Leopoldine in piazza Torquato Tasso, nella zona di San Frediano, altro quartiere storico dell'Oltrarno fiorentino.

I luoghi
Il complesso delle Ex-Leopoldine è un insieme di edifici da tempo oggetto di restauro e valorizzazione. L'ultimo intervento è avvenuto sul chiostro, un grande cortile quadrato, con al centro un prato verde, circondato da un portico colonnato: uno spazio chiuso e al contempo in dialogo con l'esterno, tanto da sembrare quasi una seconda piazza.

 

Curiosità: I bambini del quartiere chiamano il chiostro della Biblioteca il “giardino silenzioso” e spesso vengono qui dai giardini pubblici della piazza attigua per leggere un libro e farsi una foto con la mascotte della Sezione ragazzi, Torquato il Tasso.
 


 

L'entrata principale della biblioteca è dal numero civico 3. Qui è pensata la sala accoglienza, dove il pubblico potrà trovare le prime informazioni, le indicazioni per iscriversi e fruire dei servizi. Il percorso attraverso la biblioteca continua verso l'emeroteca dove è possibile consultare i giornali e usufruire di alcuni computer dedicati a MediaLibraryOnline, la biblioteca digitale delle biblioteche pubbliche toscane. Sempre al piano terra seguono due sale di lettura e la sala multimediale.

           

Entrando nel chiostro si sviluppa la parte della biblioteca che ha avuto ultimamente maggior incremento, cioè la Sezione ragazzi e Giovani adulti, una zona suddivisa in cinque stanze, a seconda delle fasce di età, con arredamenti adatti ai piccoli, attrezzature per la lettura ad alta voce e per le attività laboratoriali.

      

L’altana, collocata al 3° piano, fiore all'occhiello della nuova biblioteca, oltre a rappresentare un luogo con una posizione privilegiata sul panorama cittadino, riveste un duplice ruolo, sia come sala conferenze che come sala studio. Nell'altana si conserva il Fondo storico della biblioteca e parte del materiale di consultazione.

   

Curiosità: Chi era Pietro Thouar?