Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Biblioteche Comunali Fiorentine > Primo piano > Ottobre alla Biblioteca Villa Bandini
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook
 

 

 


Il potere, nella sua figura classica, quella della sovranità territoriale, si definisce essenzialmente come diritto di vita e di morte: la formula far morire e lasciar vivere caratterizza la sovranità, che commina la morte e considera la vita solo come astensione dal diritto di uccidere. Quando nel XVII secolo, con lo sviluppo delle
scienze e la nascita di forme di controllo sociale sempre più sofisticate, la cura della vita e della salute dei sudditi comincia a occupare un posto di primaria importanza nelle politiche statali, l’antico diritto cede il posto all’opposta figura del far vivere e lasciar morire. Il castigo assume la forma della reclusione in celle anguste che le anime più sensibili e i poeti sapranno trasformare in forza interiore. Ne consegue una progressiva squalificazione della morte, che si spoglia del carattere di rito pubblico cui prende parte l’intera collettività, e diventa qualcosa da nascondere, una vergogna privata. Nella seconda parte del ciclo, accanto alle forme di controllo del dissenso e alle paure che generano mostri e sprofondano nel sonno la ragione, avranno dunque spazio le pratiche e i riti funerari che, nel corso dei secoli, hanno regolato l'estremo passaggio.

lunedì 19 ottobre  – ore 17.00
"La città dei morti. Pietas e pratiche d’inumazione"
In ogni società lo spettro della morte assilla l’uomo e lo mette di fronte alla dura realtà della sua precarietà esistenziale: si è cercato di rispondere in vari modi, magici, religiosi o scientifici. I rituali funerari e la pratica della sepoltura, diversissimi tra loro eppure presenti in ogni tempo e in ogni cultura, testimoniano di come l’intera storia dell’umanità possa essere vista come il frutto di un costante negoziato, di un conflitto ma anche di un’intima prossimità tra morti e vivi.

programma completo degli incontri - Delitti e castighi

lunedì 26 ottobre  – ore 17.00
"Panem et circenses"
Il pane, insieme all’olio e al vino, è il simbolo alimentare della civiltà antica, un prodotto di trasformazione, risultato ultimo e urbano di una storia lunga e complessa, alla base dell'alimentazione popolare.

programma completo degli incontri - Un'ora sola ti vorrei