Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Quartiere4 > Primo piano > IL NUOVO VOLTO DI PIAZZA ISOLOTTO
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

Piazza dell’Isolotto, uno dei luoghi più evocativi e carichi di storia del nostro ‘900, al centro di un quartiere che ha rappresentato una sorta di laboratorio sociale per una città che provava a risorgere dalle macerie (non solo materiali) del dopoguerra. Si sono appena conclusi i festeggiamenti per i 60 anni di storia del Villaggio-Ina Casa voluto da Fabiani e La Pira ed ecco che l’Isolotto è pronto ad un nuovo inizio: la piazza cambia volto, spingendo ancora più in là le proprie caratteristiche di luogo conviviale e comunitario, dove il commercio e il nutrimento spirituale si incontrano e si fondono, magari sotto la stessa pensilina, come hanno fatto per decenni il mercato locale e la Comunità ecclesiale dell’Isolotto.

Le caratteristiche del progetto


La commissione giudicatrice del concorso per la riqualificazione di piazza dell’Isolotto ha concluso i suoi lavori  individuando il vincitore nel progetto presentato dallo studio Rossi Prodi Associati di Firenze che presenta questi aspetti essenziali.
Una pista pedonale e ciclabile, proveniente dal Viale dei Bambini e caratterizzata dai colori della pavimentazione e dall’assenza di elementi fisici di separazione, attraverserà tutta la piazza  e arriverà fino al lungarno, collegandosi alla passerella che introduce al Parco delle Cascine.
Si procederà  al ridisegno delle strutture commerciali, con una nuova pensilina più spostata verso il centro della piazza e con la collocazione sul lato portici degli attuali chioschi e edicole.
Verrà eseguito l'abbattimento delle barriere architettoniche con una particolare valorizzazione delle  aree verdi e ludiche e
eliminazione dell’isola spartitraffico in corrispondenza del lungarno dei Pioppi.
Le linee guida erano state elaborate nell’ambito di un percorso partecipativo con i residenti e su questa base è stato poi bandito il concorso pubblico che ha visto la presentazione di ben 101 progetti.
Nel piano comunale degli investimenti è già stata stanziata la cifra di un milione di euro per la realizzazione operativa del progetto.

La valutazione del Q.4.  I tempi di realizzazione

E ora? Come si prospettano realisticamente i tempi perché tutto questo diventi realtà?
Il Presidente del Q.4, Mirko Dormentoni, e il presidente della Commissione Servizi al Territorio, Renzo Pampaloni, fanno il punto della situazione: “ Il nostro obiettivo è portare a termine l’opera entro il mandato (2019) ma non sarà facile prima di tutto per i vincoli del patto di stabilità. Entro luglio contiamo di incontrare il Sindaco per studiare insieme tutte le forme utili ad accelerare l’iter delle procedure”.  “Nel frattempo -proseguono Dormentoni e Pampaloni- porteremo avanti un ulteriore processo di ascolto della cittadinanza insieme con gli autori del progetto vincitore che hanno già dichiarato la loro disponibilità in questo senso”.
Richiesti di una valutazione più articolata sul progetto uscito vincitore dal bando, il presidente del Q.4 e il presidente della Commissione Servizi al Territorio hanno così commentato: “ Tra le soluzioni più interessanti vogliamo segnalare la creazione di un unica piattaforma dove i percorsi pedonali, le aree verdi e i percorsi ciclabili occuperanno un unico livello planimetrico,
distinti solo da diverse colorazioni della pavimentazione. Importante anche la creazione di una nuova pensilina spostata nell'area centrale della piazza e la liberazione dal parcheggio che permetterà di riservare  la zona dei portici  alle funzioni commerciali (chioschi e area mercato). Il sagrato della chiesa sarà connesso senza soluzione di continuità al resto della piazza e saranno predisposte sedute per assistere a concerti e ad altri eventi. Sottolineiamo comunque che si tratta di un progetto preliminare che potrà essere integrato e migliorato nelle fasi successive”.
Una prima occasione pubblica per valutare e discutere il progetto è in programma il prossimo 23 luglio al Teatro La  Fiaba dove si terrà un’assemblea con il Sindaco e l’Assessore all’Urbanistica.

Per visualizzare il progetto vincitore aprire la pagina dedicata al Progetto