Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Quartiere4 > Scuola e territorio > PREMIO RUSICH, LE SCUOLE AL LAVORO SULLA MEMORIA STORICA
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook


L’appuntamento, giunto alla sesta edizione, ha visto la partecipazione di sette scuole di Firenze e Scandicci, con lavori originali, di alto impegno e qualità, tanto che la commissione ha dovuto riflettere a lungo prima di individuare i vincitori.
Quest’anno, oltre agli intermezzi musicali delle “band” delle scuole Barsanti e Pirandello, particolarmente graditi da tutto il pubblico per la bravura dei musicisti in erba, la mattinata è stata scandita dalla lettura del “Prigioniero della Foresta”, libro per ragazzi (ma non solo…) scritto da Sergio Rusich agli inizi degli anni ’50, poco dopo il suo arrivo dall’Istria, esule a Firenze con la giovane moglie Fanny. L’attore Roberto Gioffrè ha letto per il pubblico quattro brani del libro con professionalità e passione, coinvolgendo il pubblico in un’attenta partecipazione emotiva. Alla fine un caloroso ringraziamento gli è stato tributato dai ragazzi, da Silva Rusich e in particolare da Fanny Usilla Rusich, presente alla cerimonia.


Durante la premiazione sono intervenuti Moreno Cipriani, per l’ANED e Silvano Sarti, per l’ANPI, in rappresentanza delle due associazioni promotrici del premio. Toccante il racconto di Moreno che, appena sedicenne, fu testimone della partenza di suo padre per il campo di concentramento dalla stazione di Firenze, nel marzo del 1944; fu l’ultima volta che lo vide. In un silenzio attento e rispettoso i ragazzi hanno ascoltato questo racconto, sciogliendo poi l’emozione in un lungo applauso. Silvano, come sempre, è riuscito ad entusiasmare tutti, con una capacità di coinvolgimento dei ragazzi che ogni volta meraviglia.
Graditissima la partecipazione di Mirko Dormentoni, Presidente del Q4 (il Quartiere 4 è sostenitore fin dalla nascita di questo concorso) che ha sobriamente salutato e ringraziato tutte le scuole che hanno partecipato e ha poi consegnato, come tradizione, una pianta di olivo a ciascun vincitore del Premio.
Ricordiamo i vincitori di questa edizione del Premio Rusich:

Premio speciale ANED: Scuola secondaria di primo grado Altiero Spinelli (Scandicci)
Classi IC, II D, II E, III A, III B, III C, III D, III E, “Eravamo bambine ad Auschwitz”

Premio Anpi, ex aequo: Scuola Italo Calvino, classe IB, “Parole in gabbia, pensieri in libertà” e Scuola Luigi Pirandello, classe III A, “Vicini”

Moreno Cipriani e Silva Rusich consegnano il premio speciale ANED



Una doverosa citazione anche per le altre scuole che hanno partecipato al concorso:


Scuola media di secondo grado ISIS Galileo Galilei, IV D e L, “Per i morti della Resistenza”;
Scuola media di primo grado Ottone Rosai, classe III B, “Israele, la storia di un popolo resterà sempre la storia di un conflitto?”;
Scuola media di primo grado Lorenzo Ghiberti, classe 3 F, “La staffetta”;
Scuola media di primo grado Eugenio Barsanti, classi 3 A, B e C , “Voci da Terezin”

I lavori sono visibili sul sito del premio: www.premiorusich.it