Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Firenze, promozione e sviluppo > Primo piano > C'ERA UNA VOLTA. STA PER TORNARE ... IL MERCATO CENTRALE COPERTO DI SAN LORENZO
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook


A 140 anni dalla sua inaugurazione, avvenuta nella cosiddetta epoca del Risanamento di Firenze, che prendeva le mosse direttamente dal periodo di Firenze Capitale del Regno d’Italia, rinasce oggi il Mercato Centrale di  San Lorenzo con il restyling del suo primo piano, realizzato, attraverso la partecipazione ad un bando pubblico, da un gruppo di imprenditori fiorentini, il ristoratore Umberto Montano e l'imprenditore Claudio Cardini e curato dallo Studio Archea di Firenze, voluto dal Comune di Firenze con l'obiettivo a fare di questo spazio un luogo di promozione economico - turistica e di animazione culturale e sociale della nostra città.

Il primo piano del Mercato Centrale coperto di San Lorenzo, secondo le intenzioni dell’Amministrazione Comunale di Firenze, è destinato a diventare una sorta di “piazza coperta”, con attività polivalenti, esercizi di somministrazione, negozi e luoghi di iniziative, collegate all’enogastronomia italiana di alta qualità, alla cultura e all’artigianato, nel quadro della valorizzazione dell’intero Mercato, della sua identità storica, della sua bellezza architettonica e, altresì, di tutte le attività che sono attualmente ospitate al piano inferiore.

Il progetto, che si estende su un'area di 3.000 m², con 500 posti a sedere e che darà lavoro, a regime, a circa 170 addetti, prevede la creazione di circa 20 spazi dedicati alla vendita e alla degustazione di prodotti alimentari di eccellenza, alcuni spazi per la ristorazione, una scuola di cucina con 20 postazioni e programmi diversificati, un’enoteca con corsi sul vino e la degustazione, uno spazio libreria della società Giunti Editore, uno sportello bancario e il Fiorentina Store, per la gioia di tutti i fans viola e per gli amanti del calcio; sarà, inoltre, attivo un servizio ecologico di consegna a domicilio curato da Green Speedy, che fa capo all società Speedy Florence.

Anche il format del primo piano sarà completamente nuovo: tutte le attività, saranno, infatti, collocate sul perimetro del primo piano, mentre il suo centro funzionerà da spazio per lo svago ed il divertimento, in cui si svolgeranno incontri, eventi, iniziative, happenings, ecc., che potranno essere promossi anche da soggetti esterni alla società che gestisce l’area e avranno un orario di apertura continuato dalle ore 10:00 del mattino, alle ore 24:00 della sera, a cui potranno aggiungersi anche le stesse attività commerciali che si trovano al piano inferiore.

Il restyling del primo piano del Mercato Centrale coperto di San Lorenzo è stato accompagnato anche da piccolo, ma significativo, abbellimento estetico della sua architettura; da alcuni giorni, infatti, le porte principali d’ingresso sono contraddistinte da due grandi stendardi* verticali bianchi, così come anche a quelle dell’altro Mercato coperto gemello, posto nel Quartiere di Sant’Ambrogio, che mirano ad accrescerne la visibilità e l’appeal, attraverso l’impiego di una grafica, comune ad entrambi e di uno stile in linea con la storia e l’immagine della città; a tale scopo, i loghi e l’immagine scelte dall’Amministrazione Comunale, hanno un forte richiamo al passato più autentico e ai Mercati Storici Fiorentini della città ma, soprattutto, ad una delle sue più eccellenti innovazioni, il Fiorino d’Argento, la prima e più antica moneta fiorentina, coniata nel XIII secolo e diventata subito la prima moneta di scambio nel Vecchio Continente, oltre che simbolo di forza e prosperità del commercio.

“I Mercati Storici non rappresentano solo luoghi di vendita di prodotti tipici del territorio e delle sue eccellenze” – affermano il Vicesindaco, Dario Nardella e l’Assessore allo Sviluppo Economico, Sara Biagiotti -  “ma spazi di aggregazione e di promozione della città, esempi vitali della riqualificazione architettonica e turistica e del rilancio commerciale e questa iniziativa vuole rendere più forte e visibile la loro identità”

_________________________________________

 * Questi stendardi rientrano tra le attività a sostegno dei mercati storici cittadini, nell’ambito del Progetto Marakanda, finanziato dall’Unione Europea per la valorizzazione dei Mercati Storici del Mediterraneo, che ha nel Comune di Firenze il capofila e che si propone di individuare e condividere idee e soluzioni per la promozione e lo sviluppo economico, sociale, culturale e turistico dei mercati storici; nella città di Firenze, i Mercati interessati da questo Progetto sono, come accennato sopra, quelli coperti di San Lorenzo e di Sant’Ambrogio.

Il Progetto Marakanda, giunto alla fase più operativa, sta ora avviando un Piano di Azione Locale, finalizzato a promuovere i Mercati Storici Fiorentini attraverso una strategia di comunicazione integrata, sia a livello nazionale che internazionale, nonché procedendo ad elevare le competenze e le professionalità di dipendenti della pubblica amministrazione e delle piccole imprese che operano nell’ambito dei Mercati coperti di  San Lorenzo e di Sant’Ambrogio.