Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Quartiere4 > In breve > CONTRIBUTO AFFITTO, VIA AL BANDO
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

Dal 4 aprile al 9 maggio è aperto il bando ad integrazione del canone di locazione per l’anno 2013.
Si tratta di un contributo pubblico dato alle famiglie titolari di un contratto di locazione regolarmente registrato, con un canone di affitto alto rispetto al totale del reddito familiare. Questa misura di sostegno all'accesso alle abitazioni in locazione é prevista dalla legge 431 del 1998, che istituisce un fondo regionale ad hoc dal quale tutti gli anni vengono trasferiti ai comuni i finanziamenti per i cittadini. La Regione definisce ogni anno le modalità di gestione del fondo, i requisiti per fare domanda, la somma da destinare ad ogni comune. Questo “contributo” non copre per intero l'importo del canone di locazione, ma ha lo scopo di abbatterne una parte rendendolo più equo.
Per poter presentare la domanda del contributo affitto, i requisiti fondamentali sono:
cittadinanza italiana o di uno stato aderente all’Unione Europea o di altro Stato non aderente all’Unione Europea a condizione che il richiedente  sia titolare di carta di soggiorno o di permesso di soggiorno, di validità almeno biennale, eserciti regolare attività lavorativa e sia in possesso del certificato storico di residenza da almeno dieci anni nel territorio nazionale ovvero da almeno cinque anni nella Regione Toscana;
residenza nell’alloggio per il quale si richiede il contributo e titolarità di un regolare contratto di affitto esclusivamente ad uso abitativo, regolarmente registrato ed in regola con il pagamento annuale dell’imposta di registro;
non essere assegnatario di alloggio di edilizia residenziale pubblica o conduttore di alloggi inseriti nelle categorie catastali A/1 (abitazione di tipo signorile), A/8 (ville) e A/9 (palazzi con pregi artistici e signorili);
non essere titolari, assieme al proprio nucleo familiare, di diritti di proprietà, usufrutto, uso o abitazione su un alloggio adeguato alle esigenze del nucleo familiare e non essere titolari di diritti di proprietà su uno o più alloggi o locali ad uso abitativo, sfitti o concessi a terzi, ubicati in qualsiasi località;
non essere titolari, da parte di nessuno dei componenti il nucleo familiare, di altro beneficio pubblico, da qualunque Ente ed in qualsiasi forma erogato a titolo di sostegno abitativo;
attestazione ISEE dalla quale risulti un valore di Indicatore della Situazione Economica non superiore a 28.111,05 euro.
Il bando e il modulo di domanda possono essere scaricati dalla rete civica del Comune (www.comune.fi.it) o ritirati presso la Direzione Patrimonio–Servizio Casa (via Pietrapiana 53),
gli URP del Comune di Firenze e le Organizzazioni Sindacali degli inquilini.
Per quanto riguarda le modalità di presentazione della domanda  il modulo può essere consegnato a mano al Servizio Casa secondo le modalità indicate nel bando oppure spedito tramite raccomandata A/R entro la data di scadenza . Le domande possono essere presentate anche tramite le Organizzazioni Sindacali degli inquilini.