Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Quartiere4 > Primo piano > Gruppi di Acquisto Solidale, un fenomeno in grande crescita
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

I GAS (Gruppi di Acquisto Solidale) sono costituiti da persone che si mettono insieme per contattare i produttori biologici e biodinamici assicurandosi così un rapporto diretto senza intermediazioni distributive e una conoscenza più completa delle condizioni di produzione.
In tutta la città il numero dei GAS  cresce esponenzialmente e il Q.4 fornisce in questo senso un considerevole apporto. A riprova del fatto che il nostro quartiere sprigiona capacità partecipativa e vanta tuttora una sensibilità diffusa (le famiglie  coinvolte sono oltre 100) verso i temi che riguardano l’ambiente, la qualità del cibo e il sostegno ai piccoli produttori. 
Alcuni gruppi sono ormai “storici”, altri hanno nascita più recente; alcuni hanno raggiunto un’organizzazione che, attraverso l’impegno di molti, riesce a coinvolgere tanti produttori (non solo alimentari, ma anche di vestiario, calzature ecc.); altri, calibrando forze e risorse, si muovono più in piccolo. Tutti sono uniti da intenti simili. L’idea è quella di stringere un patto, un’alleanza basata sulla reciproca fiducia,  con i produttori, per sostenerli in maniera condivisa e stabile; per far sì che i Gas non siano solo un’alternativa alla grande distribuzione, ma riescano a diffondere e irrobustire il principio della solidarietà racchiuso nel loro nome.
Proprio per impulso di GAS e produttori, si è aggiunta la novità di AgriKulturae, il mercato contadino nel piazzale di BiblioteCaNova Isolotto, che coinvolge per ora 10-15 produttori e che è arrivato alla sua terza edizione.
La caratteristica principale del progetto è la contaminazione fra mercato ed attività culturale/sociale: oltre ai produttori partecipano associazioni e gruppi, con momenti di animazione e di dibattito. Durante l’ultima edizione -10 marzo- si è tenuta l'assemblea dell'InterGAS cittadino (con rappresentanti di 16 GAS), un incontro con un orticoltore che ha parlato dell'andamento della stagione appena trascorsa e ha condotto i partecipanti in una visita dell'orto della biblioteca coltivato in modo condiviso da un gruppo di cittadini volontari, e per i più piccoli un laboratorio di costruzione di spaventapasseri. Nel pomeriggio invece c'è stata una tavola rotonda su "Terra come bene comune" (si parlava della legge che permette di alienare terreni agricoli di proprietà del demanio), con i produttori del mercato e rappresentanti di associazioni che si occupano di questo tema. L’incontro è stato molto partecipato, le associazioni presenti (Comunità degli Elfi, Terre Future, Movimento per l'accesso alla terra e altri) si muovono da tempo su scelte variegate, ognuna a suo modo radicale, ma avanzate e di lungo respiro.
L’appuntamento per il prossimo AgriKulturae è per sabato 14 aprile, sempre nel piazzale della biblioteca; il tema di questa quarta edizione sarà la riflessione sull’attuale crisi e le possibili risposte solidali per difendersi.
A tutti gli interessati forniamo una mappa dei Gas nel Q4, i riferimenti per contattarli e avere informazioni. 

La mappa dei Gas nel Q4