Ufficio stampa - Palazzo Vecchio - P.za Signoria, 1 - 50122 Firenze - Tel. 055 27681 - Fax 055 276 8282 - Email: ufficiostampa@comune.fi.it

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

Percorso: Home > Articoli per newsletters > Quartiere4 > Lavori del Consiglio > Proposte per sicurezza, sosta dei camper e vittime della strada
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

 Nella seduta del 17 dicembre 2013 il Consiglio di Quartiere ha approvato tre mozioni su altrettanti temi di rilievo per la vita del territorio.
Su proposta del consigliere Daniele Bagnai (Popolo della Libertà-Fratelli d’Italia) è stato promosso un tavolo di concertazione sulla sicurezza pubblica del quartiere, per studiare forme di prevenzione e di dissuasione della criminalità con la partecipazione attiva dei rappresentanti delle forze dell’ordine. L’iniziativa scaturisce da una valutazione allarmata sull’incremento dei reati di furto e rapina negli esercizi commerciali, insieme al verificarsi di ripetuti episodi di degrado in situazioni delicate come il Parco di Villa Vogel e piazza Pier Vettori.
Le consigliere Irina Lupetti e Corinna Pugi (Partito Democratico) hanno avanzato la proposta, accolta dal consiglio, di dedicare un luogo pubblico alle giovani vittime della strada. Nella mozione approvata si rileva la gravità sociale di un fenomeno come quello delle giovani vite stroncate dagli incidenti stradali e si invita l’amministrazione comunale a promuovere occasioni di riflessione, eventi, installazioni artistiche e tutto quanto possa favorire la formazione di una cultura di responsabilità e di attenzione. Proprio per questo le iniziative dovrebbero essere curate e realizzate dai giovani stessi.   
Il consiglio, su sollecitazione del vice-presidente Franco Traballesi (Partito Democratico), è tornato a prendere in esame il problema dei camper evidenziando come sia in aumento la quantità di tali veicoli parcheggiati in diverse zone del quartiere, sottraendo così spazio alle normali vetture con le loro dimensioni esorbitanti dagli ordinari stalli di sosta. Spesso questo determina anche problemi di sicurezza nella circolazione per la riduzione pericolosa del campo visivo.  Nella mozione approvata si ricorda come il Quartiere 4, già nella scorsa legislatura, avesse elaborato una propria proposta individuando un centinaio di potenziali stalli e procedendo alla relativa mappatura che, senza risultato alcuno, venne inviata alla Direzione Mobilità. Tale richiesta viene ora reiterata.